By Erin Holloway

Il punto di vista di Lola: stressato? Non sudare!

Foto: Unsplash/@dilolwa


Proprio di recente sono caduto in un pozzo senza fine di stress e pensieri eccessivi e non avrei mai pensato che sarebbe stato così difficile uscirne. Sono stato concentrato su così tante cose allo stesso tempo che non posso sopportare di parlarne sul mio punto di vista questa settimana. Con l'avvicinarsi dell'ultima settimana di scuola prima delle vacanze di Natale, sono diventato sempre più ansioso mentre i giorni passano e il lavoro continua ad accumularsi in un mucchio di date di scadenza, saggi e domande di pensiero critico, che mi sento come se ' sono sepolto vivo. Sono diventato così concentrato sui miei compiti e sulle mie responsabilità che mi sono lasciato incustodito e non mi sono preso cura del mio benessere come le settimane prima. Ho dimenticato ciò di cui ho bisogno.

Lunedì: consegna i compiti del fine settimana.

Martedì: inizia la mia recensione per il mio esame di biologia- Oh aspetta, non puoi perderlo! Assisti alla prima di un film, poi torna a studiare.

Mercoledì: Ace il mio esame di biologia, chiarisci ogni dubbio che potrei avere per il prossimo test.

Giovedì: esame di matematica (il giorno più temuto della settimana e la mia classe più debole) e consegna tutti i miei progetti e compiti per la fine del trimestre.

Venerdì: è finita! Ho finito!

Abbastanza semplice vero? Ma la settimana diventa più lenta ogni giorno che passa. Le mie giornate si sono riempite di lavoro e di modi per stare al passo con tutte le mie attività e responsabilità. Come affronto lo stress? Ho un paio di modi. Questo vale non solo per brevi momenti di stress e ansia, ma anche per problemi generali quotidiani che potrebbero richiedere una piccola correzione.

  1. Ogni problema ha una soluzione
    Per prima cosa devi renderti conto che la situazione in cui ti trovi è temporanea e qualunque sia il tuo problema in questo momento alla fine avrà una soluzione o diminuirà con il tempo. Che sia un brutto voto o un problema personale, tutto tornerà alla normalità, la parola chiave è resilienza.
  2. Prenditi del tempo per te stesso
    Quando stai lavorando sodo su qualcosa o quando hai molto da fare, è molto facile rimanere in disparte e dimenticare che anche tu hai dei bisogni! Ci sono momenti in cui devi sederti e pensare: qual è la scelta migliore in questo momento? Non per quello che stai facendo (ovviamente non scartando le tue responsabilità) ma per te stesso. A volte pensiamo che prestando la nostra attenzione al 100% a una cosa specifica, andrà a finire perfettamente, ma quando altri aspetti mancano di attenzione, tutto può peggiorare.
  3. Esercizio
    L'esercizio fisico può essere un enorme antistress! È scientificamente provato che quando diventi attivo rilasci tossine e i livelli di endorfine aumentano che ti rendono più felice e meno stressato, personalmente partecipo molto a questo perché non solo rilascia la tensione ma ti senti benissimo dopo (inoltre non mi importa delle calorie bruciate in più).
  4. Fai un programma
    Non c'è niente di meglio che avere un programma organizzato o una lista di controllo quando hai molto lavoro da fare. In effetti, fa sentire il lavoro come se fosse molto meno quando fai tutto a suo tempo e riduci la procrastinazione. Quando lasci le cose all'ultimo minuto, si accumulano e sembra che ci sia molto più lavoro da fare in pochissimo tempo. L'organizzazione è fondamentale con un programma fitto di appuntamenti. Ti facilita la vita e ti dà il tempo di lavorare su altre cose.
  5. Respirare
    Avere tempo di riflessione con te stesso è estremamente utile! Ho il mio scrivendo, o in una poesia o in un annotazione . La cosa buona di questi è che non devi condividerli con nessuno e non hai bisogno del feedback di nessuno. Ti riguarda. Puoi anche capire te stesso un po' meglio e imparare dalle cose che hai fatto e come forse farle diversamente la prossima volta.

È tutta una questione di atteggiamento. Sei la persona che sceglie come lasciare un problema nella tua vita e come farlo andare via. La vita è piena di questi piccoli e complicati momenti in cui determiniamo come permetteremo che ci influenzi, cosa lasceremo che ci insegni o come li giriamo e abbiamo un impatto.