Per favore, smettila di comportarti come se tutti i colombiani fossero spacciatori di droga

Per favore, smettila di comportarti come se tutti i colombiani fossero spacciatori di droga

Foto: Instagram/gabrielatafur


Indipendentemente dal fatto che tu lo supporti o addirittura ti interessi, il concorso di Miss Universo è una parte così radicata della cultura Latinx. Risplendiamo con orgoglio ogni volta che una Miss concorrente dell'America Latina esce sul palco. Per una notte, può rappresentare la bellezza della sua nazione insieme all'eccellenza che può creare, il tutto mostrando il suo orgoglio nazionale.

https://www.instagram.com/p/B5bNEktB4Xt/

Non importa cosa stesse succedendo in Colombia in quel momento, abbiamo sempre avuto Miss Universo. Avevamo un modo per mostrare qualcosa di positivo, per mostrare un singolo essere umano che rappresentava i milioni di persone nel paese che non erano criminali, non vendevano o non facevano droghe e non erano assassini freddi e senza cuore. Che erano in effetti brave persone istruite, orientate alla carriera, che volevano sinceramente il meglio per la Colombia.

Ma niente di tutto ciò ha importanza se ogni volta che un colombiano fa qualcosa di straordinario, viene intercettato dai vecchi stereotipi diabolici, non divertenti e palesemente irrispettosi, pericolosi e battute sulla droga. Proprio come è successo quando Steve Harvey ha scherzato con la signorina Colombia Gabriela Tafur dicendo che il cartello colombiano non lo aveva perdonato per aver nominato accidentalmente la Colombiana Ariadna Gutierrez come Miss Universo invece di Miss Filippine Pia Wurtzbach, nel 2015.


Non farò finta che il cartello non esista o che la droga non faccia parte della Colombia. Ne siamo consapevoli come colombiani. Harvey afferma di essere stato minacciato dal cartello, scherzo o meno, è stato inappropriato e dannoso per lui dirlo a Miss Colombia, che è un avvocato che lavora per combattere la violenza in Colombia. Farle una dichiarazione sul cartello della droga in Colombia avrebbe potuto persino mettere a repentaglio le sue possibilità di vincere la corona. Era ingiusto, stereotipato e spinge semplicemente la narrativa sul fatto che questo tipo di battute pericolose, in cui i colombiani sono tutti fatti per essere criminali violenti amanti della droga con la cocaina pronta, sono del tutto ok da dire ovunque e in qualsiasi momento. Noi colombiani SIAMO COSÌ STANCHI di sentire queste stupide battute. È finito. Semplicemente fermati!

Ma nel caos, la bellezza brilla davvero. Gabriela Tafur è un esempio ambulante e parlante di grazia, equilibrio, eleganza e resilienza. Ha educatamente riso della dichiarazione totalmente sorda e ha sottolineato come Harvey è stato perdonato dai colombiani felici e acclamanti tra il pubblico, inclusa la sua abuelita. Al che, ancora una volta, ha fatto uno scherzo al cartello.

Tafur ha continuato a tenere costantemente alta la Colombia con i suoi messaggi femministi intelligenti, premurosi, sinceri e forti. Quella è ciò a cui il mondo dovrebbe pensare quando pensa alla Colombia perché ci sono un sacco di persone fantastiche colombiane là fuori proprio come lei. I colombiani sono più dei nostri momenti peggiori, proprio come ogni essere umano. Meritiamo di mostrare prima il nostro meglio, come fanno tutti gli altri, e di non essere giudicati e minimizzati prima ancora di avere la possibilità di parlare. C'è un motivo per cui ogni singolo giorno scelgo di essere orgoglioso di essere colombiano, facendolo sapere al resto del mondo attraverso il mio lavoro e le mie azioni. Abbiamo l'opportunità di mostrarti chi siamo prima che tu ci chieda se abbiamo della coca addosso. Nelle parole della nostra hermana Mexicana Jenni Rivera, basta ya.