By Erin Holloway

Perché è importante lasciare che i ragazzi piangano e porre fine alla mascolinità tossica

Lascia che i ragazzi di Latinx piangano

Foto: Pexels / Ivan Samkov


Ho tenuto mio figlio, Evan, tra le mie braccia e gli ho chiesto cosa c'era che non andava. Scosse la testa prima di rispondere, Niente. I suoi occhi erano pieni di lacrime mentre inspirava ed espirava profondamente; è un meccanismo a cui suo padre e io gli abbiamo insegnato regolare le sue emozioni durante i crolli dei bambini. Improvvisamente, sbotta. non posso piangere! Scioccato, mi sono tirato indietro e l'ho guardato negli occhi. Puoi piangere, bub, quando vuoi, puoi piangere, l'ho rassicurato. E le cateratte si aprirono. Ho asciugato le sue lacrime e l'ho inondato di baci e mi sono chiesto, perché Evan credeva che fosse inaccettabile piangere? Si sentirebbe diversamente se fosse una ragazza? E come posso sostenerlo e incoraggiarlo a provare tutti i suoi sentimenti?

Anche se ho sempre fornito a mio figlio lo spazio e la sicurezza per esprimersi, viene comunemente insegnato famiglie latine che i ragazzi non dovrebbero piangere. Sono consapevole di questo messaggio e scelgo di crescere Evan come una persona completa e completa. Quando i ragazzi si esprimono in modo sano, sviluppano un rapporto più profondo e intimo con se stessi, Sindaco di aprile dice, un terapista matrimoniale e familiare autorizzato, nonché una maggiore comprensione della loro esperienza emotiva.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Self-Love Podcast + Writer (@lovesujeiry)

Quando i ragazzi espressivi diventano adulti emotivamente in sintonia, sono meglio attrezzati per relazioni interpersonali significative. Ester Boykin , un terapista matrimoniale e familiare autorizzato, crede che diventi più facile per gli uomini navigare tra gli alti e bassi della vita senza ritirarsi o recitare quando imparano ad esprimersi. Questo perché possono condividere il loro amore e affetto con i propri cari, inclusi partner romantici, amici e bambini, in modo sano. Questo tipo di consapevolezza emotiva fa bene non solo ai ragazzi, ma anche alle persone che li ameranno e si connetteranno con loro per tutta la vita.


Cosa succede quando i ragazzi sentono il messaggio che il pianto è debole o qualcosa che solo le ragazze dovrebbero fare? Interiorizzano i loro sentimenti perché si vergognano, il che porta i ragazzi a sentirsi inutili e soli. Questa repressione può portare i ragazzi ad agire mentre lottano per risolvere i problemi nelle loro relazioni future o trovano barriere nell'esprimere i loro bisogni in modo proattivo, spiega Mayorga. Quando lasciamo spazio solo ai ragazzi per essere arrabbiati o stoici, i loro sentimenti più vulnerabili possono emergere come aggressività, violenza e altri comportamenti distruttivi, aggiunge Boykin. Quando i ragazzi reprimono i loro sentimenti può anche portare alla tragedia, come i ragazzi si suicidano a un ritmo più alto rispetto alle ragazze. La maggior parte dei ricercatori e degli esperti attribuisce questo, almeno in parte, alla pressione sociale sui ragazzi per negare o sopprimere i loro sentimenti, dice Boykin.

Inutile dire che le famiglie Latinx hanno la responsabilità di incoraggiare i ragazzi a comunicare tutti i loro sentimenti. Mayorga suggerisce di riconoscere i loro sentimenti e di fornire ai ragazzi uno spazio sicuro per comunicare. Puoi porre domande chiarificatrici, normalizzare tutte le gamme di emozioni (invece di vergognarle o deriderle) e modellare la propria espressione emotiva. Inoltre, è importante che gli adulti maschi modellino una sana gamma di espressioni. Le assistenti femminili hanno spesso il compito di insegnare l'espressione e la comprensione emotiva, ma i ragazzi spesso emuleranno modelli di ruolo maschili. Ecco perché Boykin crede che sia importante per i ragazzi vedere e interagire con ragazzi più grandi e uomini che si sentono a proprio agio nell'esprimere emozioni, inclusi papà, zii, nonni, padrini, allenatori e fratelli maggiori. Gli uomini dovrebbero parlare apertamente dei sentimenti ed evitare un linguaggio sprezzante come l'uomo alzato e smettere di piangere', conclude Boykin.

Ci sono anche molti strumenti e risorse a disposizione per aiutare i ragazzi a esprimersi pienamente. Boykin suggerisce di creare o acquistare un poster con le espressioni facciali per aiutare i ragazzi più piccoli a dare un nome ai loro sentimenti, o un poster di sentimenti per ragazzi più grandi in grado di leggere, che elenca dozzine di emozioni diverse che possono essere utilizzate per esercitarsi a parlare di come tu e i ragazzi nel tuo sensazione di vita. Questo può diventare parte della tua routine quotidiana durante il check-in durante la colazione o mentre vai a scuola. La pratica di nominare ed esprimere i propri sentimenti farà molto per aiutarli a sentirsi bene nell'essere più emotivamente consapevoli.

Un'altra semplice risorsa è creare uno spazio nella tua casa per promuovere un'espressione sicura e non giudicante in cui i ragazzi possano identificare i loro sentimenti. Per i ragazzi più grandi, l'uso di un thesaurus può essere un ottimo strumento da utilizzare per espandere la gamma di emozioni identificabili, dice Mayorga, piuttosto che classificare eccessivamente alcune emozioni come la rabbia o persino la felicità.


Ci sono anche film, come Inside Fuori, Su e WALL-E, e libri, come Il mostro dei colori, le mani non servono per colpire, e Il modo in cui mi sento, che forniscono messaggi positivi per quanto riguarda l'espressione emotiva. Siediti e guarda un film o leggi un libro con tuo figlio e discuti dei personaggi e dei loro sentimenti. Usa il libro o il film come cornice di riferimento per chiedere come si sentono durante la giornata.

E non dimenticare di lodare i tuoi ragazzi e gli uomini della tua vita quando esprimono i loro sentimenti, proprio come continuerò a fare con mio figlio Evan. Perché i ragazzi Latinx hanno bisogno di essere convalidati e trattenuti tanto quanto le ragazze.