By Erin Holloway

Perché essere transrazziale è totale BS

Foto: Wikimedia Commons/Aaron Robert Kathman


Non ho potuto fare a meno di alzare gli occhi al cielo quando ho saputo che un'altra donna bianca si stava identificando come una donna di colore. Nel 2015 c'eraRachel Dolezal, la donna bianca ed ex leader della NAACP che ha finto di essere nero per più di 10 anni e ora si identifica come transrazziale. Poi c'era il modello tedescoMartina Adamo che si è trasformata in una donna nera con un brutto intervento di chirurgia plastica e un lavoro di abbronzatura ancora peggiore.

Ora c'è una donna transgender bianca di New Orleans che si considera transrazziale e ha deciso di identificarsi come filippina . Apparentemente ha iniziato a identificarsi come filippina dopo aver visto TROPPO History Channel.

Ogni volta che sono intorno alla musica, intorno al cibo , mi sento come se fossi nella mia stessa pelle, ha detto Le 10 notizie di Tampa Bay . A volte guardavo History Channel per ore, sai, ogni volta che si trattava di questo e sai, nient'altro mi ha incuriosito più [di] cose sulla cultura filippina. Volevo urlare quando l'ho letto perché siamo onesti, il transrazziale non è reale.

Quando Rachel Dolezal ha fatto notizia a livello nazionale per aver finto di essere una donna di colore, ho rifiutato di accettare il transrazziale come cosa. Nella mia mente, Dolezal – che ora va sotto il nome nigeriano Nkechi Amare Diallo a proposito, era solo una pazza donna bianca privilegiata (enfasi sui privilegiati) che si stava appropriando culturalmente della cultura nera. Certo, è stato preso a un livello folle, soprattutto perché la sua intera carriera era incentrata sulla sua falsa oscurità, ma non era la prima volta che vedevamo dei bianchi cercare di trarre vantaggio dalla cultura di un gruppo emarginato. Seriamente, hai visto le Kardashian?


Ma dopo aver visto le foto di Martina Adam, che ha vissuto come una donna bianca di recente nel 2016, e poi si è trasformata in una donna di colore attraverso la faccia nera e quantità folli di chirurgia plastica e ora Ja Du che afferma di identificarsi come filippina, ho capito che forse in realtà abbiamo bisogno di avere una conversazione sul concetto di transrazziale.

Alcune persone sembrano pensare che sia possibile che qualcuno nasca nella razza sbagliata e si identifichi come transrazziale, proprio come alcune persone nascono identificandosi come un genere diverso da quello assegnato alla nascita. Ehm, no.

Secondo me, l'idea di qualcuno che si identifica come transrazziale deriva dal privilegio dei bianchi. Le persone di colore non possono permettersi il lusso di passare per bianche con l'aiuto di poche pennellate di trucco o anche di un intervento di chirurgia plastica radicale. Qualcuno ha notato che gli unici individui che finora si sono identificati come transrazziali sono stati i bianchi? Coincidenza? Penso di no.

L'attivista per i diritti civili Rosa Clemente ha recentemente affermato: Come persone di colore, non importa per quanto ci sforziamo, non possiamo raggiungere la bianchezza, ma il fatto che una donna bianca possa raggiungere l'oscurità e mentire e prendere spazio e prendere risorse, e per di più essere bellicosa quando affrontata, è l'epitome del privilegio bianco.


Un altro fatto importante è che tutte e tre queste donne bianche hanno deciso all'improvviso di iniziare a identificarsi come persone di colore da adulte. Non hanno idea di come ci si sente a crescere come persone di colore in questo paese e non hanno la minima idea di come sia la lotta. Non sanno cosa significhi vedere i loro padri, zii, fratelli o figli fermati - o addirittura uccisi - da poliziotti bianchi solo perché neri o marroni. Non hanno mai sperimentato di essere trattati meno che solo per il colore della loro pelle. Non hanno idea di come ci si sente a essere espulsi da scuola o licenziati da un lavoro solo per averli indossati capelli allo stato naturale .

Quindi, mentre vanno in giro con abbronzature finte e si appropriano delle nostre culture come se fosse una sorta di tendenza alla moda, hanno anche il lusso di non dover affrontare i veri fardelli che derivano dall'essere una persona nera o marrone.

Ecco la differenza tra una persona transrazziale e una persona transgender: una persona transgender non può scegliere il proprio genere. Questi sono individui che nascono sentendosi alienati dal genere a cui erano stati originariamente assegnati. Una persona transgender non può semplicemente svegliarsi un giorno e decidere di tornare al sesso precedente dopo aver avuto la riassegnazione di genere. Ma una donna bianca come Dolezal può lavarsi via la finta abbronzatura sotto la doccia e far crescere la sua brutta permanente riccia se travestirsi da donna di colore non dovesse più funzionare per lei.

Le persone di colore sono state colonizzate dagli europei per secoli e ne stiamo ancora affrontando le conseguenze e l'oppressione oggi. È il motivo per cui le creme sbiancanti vendono come torte calde in paesi come l'India, la Corea, la Giamaica e in molti paesi dell'Africa. È il motivo così tante donne asiatiche subiscono un intervento chirurgico alla doppia palpebra e alla rinoplastica e le donne di origine africana spendono migliaia di dollari per rilassarsi i capelli, il tutto nel tentativo di ottenere un aspetto più eurocentrico. È il motivo per cui i POC, indipendentemente dal fatto che siano nati o cresciuti negli Stati Uniti, devono ancora difendere la loro americanità dai bianchi razzisti.


Mi dispiace, ma non puoi tentare di distruggere letteralmente le persone di colore per anni e poi provare a raccogliere i frutti dell'essere noi quando improvvisamente sembriamo lucidi, alla moda e attraenti. Non si può negare le lotte secolari che abbiamo dovuto affrontare per provare la nostra identità come un nuovo taglio di capelli alla moda. Non è così che funziona. Scusa, ma non stai portando con me la carta transrazziale. Non oggi. Non mai.

[annuncio_articolo]

Articoli Interessanti