By Erin Holloway

Perché gli elettori latini gravitano verso Bernie Sanders

Foto: Unsplash / idvidarnm


Sabato sera, in una sala da ballo gremita di San Antonio, il candidato alla presidenza Bernie Sanders è salito sul palco per celebrare una grande vittoria e per ringraziare i suoi sostenitori. Era appena stato informato di aver vinto il caucus del Nevada con un ampio margine, ottenendo il 47% dei voti. È stata una vittoria storica, come nessun altro candidato ha vinto il voto popolare di tutti e tre i primi stati in nessuna elezione primaria . Dato che il senatore del Vermont emerge come il chiaro favorito delle primarie democratiche, in discorsi come quello che ha tenuto a San Antonio, è importante riconoscere la coalizione diversificata che sta costruendo slancio dietro il successo della sua campagna. Ma questo non è un colpo di fortuna. La campagna di Sanders ha fatto molto lavoro per creare una forte relazione tra il candidato e la popolazione di voto latina dei primi stati primari e in tutta la nazione. I giovani elettori latini potrebbero avere un'influenza potente sui risultati di quest'anno elettorale e la campagna di Sanders non sta prendendo alla leggera.

Durante la sua corsa alla Casa Bianca nel 2016, Bernie Sanders è stato criticato per aver affermato che la nazione dovrebbe andare oltre la politica dell'identità. Il suo punto era coerente con la posizione che ha assunto come membro del congresso per 30 anni, sottolineando che i bisogni della classe operaia parlano più direttamente dei bisogni del popolo americano in tutti gli spettri demografici. Santos Gonzales è un elettore millenario e un chicano che ha partecipato al raduno di Sanders a San Antonio. Ha votato per Bernie nel 2016 e due volte prima per Barack Obama. Dice che sostiene Sanders per la coerenza del suo messaggio. Sebbene sia un messicano americano che parla correntemente lo spagnolo ed era un elettore dell'ex sindaco di San Antonio ed ex candidato alla presidenza, Julián Castro, Gonzales afferma che ciò che è più importante per lui come elettore sono le questioni. Non si tratta tanto di identità, dice Gonzales. Sono d'accordo con tutte le idee di Bernie Sanders. Gonzales cita Medicare for All, un'istruzione universitaria a prezzi accessibili e il perdono del prestito studentesco come i principali motivi per cui sostiene Sanders.

Mentre i candidati usano lo spagnolo come strumento per relazionarsi con gli elettori latini nella fase del dibattito o scelgono di concentrarsi sulla questione dell'immigrazione come preoccupazione principale, i latinoamericani si sentono inascoltati dal partito democratico. Ogni candidato sarebbe saggio includere personale di colore per aiutare a creare relazioni autentiche con gli elettori. Bernie Sanders impiega personale senior che comprende bene la comunità latina, tra cuiIl consigliere senior Chuck Rocha, il direttore politico nazionale Anallia Mejia e il segretario stampa latinoamericano Belén Sisa. Sisa è un DREAMer che non può votare alle elezioni del 2020. Dice che lavora e sostiene Bernie perché è inclusivo. Dice che uno degli obiettivi della campagna è stato quello di trasmettere un messaggio di intersezionalità, piuttosto che di identità. Dà a tutti un posto a tavola, dice. La sua campagna è gestita da donne di colore potenti e feroci e veniamo dalla comunità.


Sisa afferma che molto lavoro è stato dedicato alla sensibilizzazione dei latinoamericani negli stati a voto anticipato a nome della campagna di Sanders, affermando che la competenza culturale delle diverse comunità è importante. Dice che la campagna è stata deliberata quando ha cercato di cercare il sostegno degli elettori latini in Iowa prima dei caucus, inviando gli organizzatori a incoraggiare i lavoratori di un impianto di confezionamento di carne di maiale a presentarsi al loro distretto dopo una lunga giornata di lavoro. Questo è il motivo per cui lo staff e i volontari di Sanders stanno riuscendo a prendere di mira il voto latinoamericano perché hanno compreso l'importanza di una sensibilizzazione mirata quando si tratta di comunità di colore.

I numeri riflettono il successo di questo obiettivo intenzionale. Ricerca svolta dal Iniziativa politica e politica dell'UCLA latina ha scoperto che nelle località del caucus a maggioranza latina dell'Iowa, Bernie Sanders ha ottenuto un enorme 66,5% dei voti, lasciando Joe Biden al secondo posto con solo il 10,7% dei voti. Poiché la popolazione votante latina cresce in tutta la nazione, l'UCLA LPPI prevede che è probabile che la preferenza di voto dell'elettorato latino in Iowa influenzi l'esito delle primarie democratiche del 2020, in particolare negli stati con un alto tasso di elettori latini. Il Nevada ha dimostrato che questo è vero,dove Sanders ha vinto uno sbalorditivo 51% dei voti latini.Ora Texas e California aspettano dietro le quinte il Super Martedì del 3 marzo. Se la campagna di Sanders ha fatto un buon lavoro prendendo di mira quegli elettori nel sud-ovest, potrebbe semplicemente spazzare via le primarie fino a metà marzo.

Ma i latinoamericani del sud-ovest rappresentano solo una percentuale della popolazione latina totale negli Stati Uniti. La Florida e gli Stati Uniti nordorientali potrebbero rappresentare una sfida per Sanders, il cui messaggio di socialismo democratico non è attraente per coloro che sono immigrati negli Stati Uniti dai paesi socialisti in subbuglio. Rosy Gonzalez Speers è il direttore esecutivo fondatore di Attaccante Florida . Dice che mentre gli elettori latini più giovani possono risuonare con il messaggio di Bernie, il termine socialismo sarebbe difficile da vendere agli elettori di età superiore ai 50 anni alle elezioni generali. Usando la parola socialismo, ci stiamo escludendo da molti elettori, dice.

Per gli immigrati il ​​cui ricordo della rivoluzione è legato al dolore e ai regimi fascisti, la parola ha connotazioni negative che difficilmente potranno essere superate. I repubblicani stanno usando questa paura per fare appello agli elettori latini nel 2020. Donald Trump ha persino affrontato la questione nel suo più recente discorso sullo stato dell'Unione, dicendo che questo paese non sarà mai un paese socialista per conquistare gli elettori che associano il socialismo alla distruzione economica e violenza. Gonzalez Speers afferma che la popolazione votante latina caraibica degli Stati Uniti dovrà ascoltare un messaggio di riforma piuttosto che di rivoluzione affinché i democratici vincano le elezioni generali. Mentre il messaggio coerente e l'autenticità di Bernie fanno appello ad alcuni elettori latini, altri trovano che sia l'antitesi della loro visione degli Stati Uniti.


La sfida sarà concentrarsi sui problemi, come ha fatto la campagna di Sanders fin dall'inizio, e portare a casa il messaggio che i principi socialisti sono stati un filo conduttore nell'esperienza americana per generazioni. Previdenza sociale, assistenza sanitaria, istruzione pubblica e servizi di emergenza sono tutte istituzioni socializzate pagate dal contribuente americano. Il New Deal di Franklin Delano Roosevelt è stato uno di questi esempi di come i programmi sociali possono avere successo nel tempo e migliorare la vita di generazioni di cittadini rafforzando al contempo la crescita economica.

Il Dr. Matt Barreto è il cofondatore di Decisioni latine , un'organizzazione di ricerca politica. Dice che il lavoro che la campagna di Sanders sta facendo per mobilitare gli elettori latini dovrebbe essere un progetto per tutti i candidati che vanno avanti, e fa anche eco alle preoccupazioni di Rosy Gonzales Speers sulle connotazioni del socialismo che giocano un ruolo nelle elezioni generali. Sebbene l'età media dei latini negli Stati Uniti sia 28 anni, e sebbene il messaggio di Bernie risuoni tra le popolazioni più giovani, potrebbe non essere sufficiente per vincere le elezioni generali. Questo sarà in gran parte determinato da chi effettivamente si presenterà per votare perché sebbene Bernie abbia il sostegno degli elettori millenari latini, in genere sono gli elettori più anziani che si presentano a ogni elezione. Saranno necessarie più risorse incentrate sulle oltre 50 folle per chiunque vinca le elezioni primarie, afferma Barreto. Perché sebbene il potenziale blocco elettorale dei giovani latini sia vasto, tutto dipenderà dall'affluenza alle urne.

Bernie Sanders ha un vantaggio quando si tratta di raggiungere gli elettori latini e il suo messaggio di equità e migliori condizioni di vita per la classe operaia è chiaramente in risonanza. È stato approvato dall'importante deputata latina matricola Alexandria Ocasio-Cortez. Ha anche guadagnato il titolo onorifico di Tio Bernie tra i giovani sostenitori e volontari latini. Ma tutto questo non servirà a niente se quegli stessi sostenitori non andranno a votare. Chi vuole un'America come quella dei progetti di Bernie Sanders dovrà prendere nota di Belén Sisa, che lavora instancabilmente per ottenere il sostegno di coloro che sa essere eleggibili al voto. Perché il messaggio di speranza non avrà alcun significato se non sarà accompagnato da un messaggio di unità e solidarietà. Ogni elettore americano idoneo, latino o meno, avrà l'opportunità di essere ascoltato quest'anno elettorale. E il futuro della nazione dipende dalla loro disponibilità a farsi vedere.

Articoli Interessanti