La politica problematica di essere una latina rumorosa

Foto: Unsplash/@joanna_nix


Come latina, conosco fin troppo bene gli stereotipi associati all'essere una latina rumorosa e, come donna dominicana americana, li vivo troppo spesso, specialmente quando sono l'unica persona di colore nella stanza. Sono cresciuto sentendomi costantemente detto di shhhh o abbassare la voce, praticamente da quando ho iniziato a parlare. È difficile per me esprimere la quantità di vergogna che ho provato ogni volta che qualcuno si riferisce a me come ad alto volume e ciò è in parte dovuto alla politica che deriva dall'essere sia una donna che una persona di colore che parla ad alto volume. Quando si tratta di politica di rispettabilità, non c'è niente di buono nell'essere una persona bruna che parla ad alta voce, ma fidati di me quando dico: questa è una mentalità oppressiva che mi rifiuto di continuare ad accettare.

Ragazza, abbassa la voce! Non parlare così forte! mia madre domenicana - che tra l'altro parla anche ad alta voce - me lo diceva costantemente crescendo. Agli uomini non piacciono le donne che parlano molto. Ma soprattutto non amano le donne che parlano così duramente , direbbe la mia abuela.

Nella cultura latina, soprattutto domenicana, le donne rumorose sono solitamente chiamate cose simili Plebe alias una bocca rumorosa poco istruita, Marmaglia (che fondamentalmente significa vita bassa), o scandaloso - come mi avevano chiamato. scandaloso è qualcuno che parla ad alto volume indipendentemente dalla sua classe o istruzione. Tieni presente che non è ancora un complimento essere chiamato così. Una donna rumorosa, in particolare negli States, non è mai stata considerata qualcosa di positivo ed è ora che iniziamo a chiederci perché.


Puoi chiamare un uomo ad alta voce e normalmente non è percepito come la cosa peggiore del mondo. Potrebbe anche non odiarti per questo perché un uomo rumoroso molte volte è considerato assertivo, comandante, un leader. Chiama una donna ad alta voce e non viene quasi mai usato come complimento. Una donna rumorosa è molte volte percepita come odiosa, offensiva, drammatica, eccessivamente aggressiva (ma in senso negativo), e alcuni potrebbero persino definirla una puttana. La società ci ha insegnato che essere una donna rumorosa non è femminile, non è aggraziata e non è da signora. Aggiungi Latina al mix e preparati a sperimentare un sacco di stereotipi negativi.

Quando una persona mi chiama a voce alta, voglio chiudere la bocca e scomparire. Ecco quanta vergogna mi porta. È quasi imbarazzante come se la mia tetta dovesse scivolare via nel bel mezzo di una riunione di lavoro. È così che mi sento vulnerabile ed esposto, questo è particolarmente vero quando vengo chiamato ad alta voce da un uomo bianco.

È diventato così brutto che ho persino attraversato una smorfia quando mentivo alle persone e dicevo loro che ero in parte sordo. Direi loro che di recente ho iniziato ad avere problemi di udito. È stato un tentativo disperato di spiegare il mio volume in modo che non pensassero rapidamente che il volume alto in cui parlavo avesse qualcosa a che fare con la mia latinità o il mio background dominicano.

Perché parli così forte? ha chiesto un ragazzo bianco con cui uscivo? Penso di poter essere in parte sordo, risposi disonestamente. Non credo sia vero, disse. Penso che sia solo una scusa. Se non credi a quella risposta, cosa vorresti che ti dicessi? Che sono forte perché sono latino? Ho chiesto. Non ha detto niente.


Le donne latine sono stereotipicamente viste come madri o fidanzate rumorose, prepotenti, controllanti; tendiamo ad essere ipersessualizzati, visti anche come disponibili sessualmente, dice il professore di studi etnici Alai Reyes-Santos , che insegna all'Università dell'Oregon. Questi sono tutti stereotipi pericolosi che possono impedire alle giovani donne latine di esprimersi per paura di essere travisate.

Non posso dirti quante volte mi sono zittito in una stanza piena di bianchi per paura di eccitarmi troppo per un argomento particolare e di sembrare una latina rumorosa. Intendiamoci, essere chiamata una latina rumorosa era già abbastanza grave, ma essere chiamata una domenicana rumorosa aggiungeva solo un altro livello.

Per le latine caraibiche, questo rafforza gli stereotipi su noi persone di discendenza africana, poiché le donne che sono considerate improprie o incapaci di entrare tranquillamente in uno spazio e non attirare più attenzione su se stesse, donne indisciplinate, mai sofisticate, come potenziali criminali, aggiunge Professor Reyes-Santos.

Ciò che è interessante notare, tuttavia, è che il volume non è qualcosa con cui siamo nati. Non sono nato rumoroso. Nessuno è. In effetti, mia madre afferma che non ho fatto nemmeno tanto rumore quando ero bambino, nemmeno quando sono nato perché apparentemente ero un bambino con taglio cesareo. Ho imparato a parlare ad alto volume grazie alla mia famiglia latina, per non dire che tutti i latini sono rumorosi perché non è sempre così. È successo solo per essere con la mia famiglia. Per essere chiari, vengo da una famiglia abbastanza istruita. Mio padre è un dentista, mia madre è un'ex tecnologa medica e si è laureata in chimica al college. Le mie zie, i miei zii e i miei cugini sono principalmente professionisti da entrambe le parti. In altre parole, il volume che prevale nella mia famiglia, o anche nella mia cultura, non equivale necessariamente all'istruzione, all'economia o persino alla classe. Perché è percepito negli Stati Uniti come qualcosa di così brutto, negativo e vergognoso? Bene, che i miei amici è la domanda da porsi.


Lo ammetto, ho sicuramente attraversato un periodo in cui ho tentato di zittirmi, anche quando ero in giro con altri latini. Parlerei meno alle riunioni del personale di lavoro o alle grandi riunioni fino a quando non avessi riconosciuto i pericoli associati a questo comportamento. Per cominciare, l'idea che il volume sia negativo non è reale. È qualcosa che ci viene insegnato. È qualcosa a cui siamo condizionati a credere ed è fondamentalmente un tentativo di zittirci, mettere a tacere le donne e mettere a tacere le persone di colore. È demoralizzante e avvilente ed è un modo per controllarci in modo da non occupare spazio. È anche una mentalità pericolosa nutrire le ragazze di colore.

La politica della rispettabilità ci insegna a cercare di essere tranquilli, a vestirci e ad agire come gli angloamericani della classe medio-alta, dice Reyes-Santos. Il pericolo della politica della rispettabilità è di perdere il senso di noi stessi, di chi siamo; la borsa di studio ha dimostrato che uno dei maggiori indicatori di successo per le latine e il WOC è la loro connessione con le loro radici, più si sentono responsabilizzati e supportati culturalmente, più possono avere successo. Perché dovremmo portarglielo via?

Bella domanda: perché dovremmo toglierglielo? Pensa al messaggio che stiamo inviando non solo alle donne, ma anche alle ragazze, quando proviamo a farle vergognare per aver parlato ad alta voce o per aver parlato troppo.

Profilazione razziale è una cosa molto reale. Persone di colore sono state arrestate e uccise per essere rumorose. Se questo non è politico, non so cosa lo sia. Viviamo in una società in cui noi stessi insegniamo ai giovani latini e ai ragazzi neri a tacere se stessi, specialmente intorno alla polizia. Reyes-Santos si riferisce a questo come a un meccanismo di sopravvivenza.


Credo nel rivendicare chi siamo. È importante che i giovani ci vedano rivendicare lo spazio il più possibile, essere orgogliosi di chi siamo, aggiunge. In caso contrario, potrebbero tacere se stessi ed essere privati ​​di potere mentre cercano di raggiungere i loro obiettivi educativi e professionali.

C'è una citazione di Michelle Obama a cui mi riferisco costantemente ora ogni volta che le persone cercano di dirmi che sono rumoroso.

Lo ammetto: sono più rumoroso dell'essere umano medio e non ho paura di dire quello che penso. Questi tratti non derivano dal colore della mia pelle ma da una credenza indesiderata nella mia stessa intelligenza, disse una volta Michelle Obama.

Come Michelle, anche io non ho paura di dire quello che penso, anche se succede a un volume che potrebbe mettere a disagio qualcuno e mi rifiuto di continuare a scusarmi per questo. Certo, parlo ad alta voce ma nessuno può obiettare che non possono sentirmi, giusto? Ti sfido a non stereotipare e a non vergognare la prossima donna che incontri che parla ad alta voce, indipendentemente dal colore della sua pelle, Origine etnica — o il suo livello di classe o di istruzione. Invece, prenditi un secondo o due per ascoltare quello che ha effettivamente da dire perché la verità è che le donne, specialmente le donne di colore, sono state messe a tacere per troppo tempo e noi rifiutiamo di essere messe a tacere ancora.