By Erin Holloway

Quello che ogni donna di colore deve sapere sul PMDD

PMDD Hiplatina

Foto: 123rf


A 16 anni mia madre mi ha trovata per terra a piangere. Non voglio più farlo, non posso più vivere così, le dissi in lacrime. I miei crampi mi rendevano impossibile stare in piedi e continuavo ad avere sbalzi d'umore che andavano dall'essere completamente estatico a, come sopra, essere incapace di smettere di piangere e trovare la volontà di continuare con la mia routine quotidiana. Mi ero reso conto che ciò era accaduto solo nella settimana oa volte nelle settimane precedenti al ciclo. Trascorrevo tutta la settimana in un corpo che non sembrava il mio. Dormivo per giorni, piangevo per ore e finivo per abbuffarsi di tutto ciò che vedevo. Il mio desiderio sessuale aumenterebbe e diminuirebbe immediatamente. Sapevo che questo doveva essere qualcosa di più della sindrome premestruale. Sono andato da un medico all'altro, sperando che mi avrebbero diagnosticato. Non è stato fino a quando ho finalmente visto un dottore che mi ha chiesto se avessi sentito parlare di PMDD. In quel momento le cose sono diventate chiare, questo andava oltre la depressione e l'ansia che mi erano state diagnosticate in precedenza, questo era specificamente legato al mio periodo mestruale.

PMDD sta per Disturbo Disforico Premestruale. In breve, PMDD è una versione potenziata e più grave della sindrome premestruale. Laddove la sindrome premestruale si sente come un mostro incontrollabile, PMDD è il fratello maggiore malvagio e onnisciente di quel mostro incontrollabile. Colpisce il 3-8% delle donne , ed è completamente definito come quando una donna manifesta cinque o più sintomi simili alla sindrome premestruale durante la maggior parte dei cicli e che questi sintomi interferiscono con lo svolgimento delle attività quotidiane. I sintomi di PMDD possono includere sintomi psicologici (i sintomi più comuni che ho riscontrato) come difficoltà di concentrazione, pianto e paranoia, problemi della pelle tra cui acne e infiammazione della pelle o sintomi aggiuntivi come cambiamenti di appetito e vampate di calore. È possibile trovare un elenco completo dei sintomi di PMDD qui .

Medicina Psicologica ha condotto uno studio all'inizio di quest'anno, citando che in uno studio con 1600 donne nere (comprese le afro-caraibiche) e oltre 900 donne (comprese le latine), il rischio delle donne nere di PMDD era del 50% inferiore a quello delle donne caucasiche. Uno studio ha anche mostrato che le donne di colore che sono esposte alla cultura americana nel tempo hanno maggiori probabilità di avere PMDD, affermando che una percentuale sostanziale di donne delle minoranze etniche soffre di PMDD nella loro vita.


Ci sono molte volte in cui, soprattutto donne di colore e altro ancora in particolare donne nere , i medici dicono che stanno bene quando c'è qualcosa che non va o sono completamente diagnosticati erroneamente. Sebbene lo studio di cui sopra abbia dimostrato che i WOC hanno meno possibilità di essere diagnosticati, ciò non cancella l'evidenza storica che i loro sintomi sono altamente ignorati. In La ragazza che pianse il dolore , gli autori hanno notato che il pregiudizio dell'operatore sanitario verso le cause psicogene del dolore femminile è problematico su due livelli. In primo luogo, è più probabile che le donne rispetto agli uomini attribuiscano il loro dolore alla psicogenesi, indipendentemente dal fatto che questa sia o meno una causa del loro dolore. In secondo luogo, per quelle donne il cui dolore è esacerbato da disturbi emotivi, il pregiudizio dell'operatore sanitario nei confronti dei contributori psicologici al dolore può portarle a sottotrattare il dolore.

Che si tratti di PMDD o di una diagnosi più grave, è fondamentale che le donne e le donne di colore, in particolare le nere, siano trattate in modo serio ed efficiente da tutti i professionisti del settore medico e che i loro punti di vista e le loro preoccupazioni siano considerati validi. Il PMDD, in particolare, è molto difficile da diagnosticare, con alcuni medici che lo respingono o lo diagnosticano erroneamente come depressione. Il collegamento chiave è questo: gli episodi depressivi si verificano solo durante il ciclo mestruale e solo durante questo periodo di tempo. Alcuni sostengono che il PMDD dovrebbe essere diagnosticato come un disturbo mentale e c'è controversia su questa diagnosi.

Penso che ogni volta che un disturbo si verifica più frequentemente nelle donne o solo nelle donne, ci sarà un gruppo di individui preoccupati che ciò diminuirà il ruolo delle donne nella società, il loro senso di essere capaci, dice Dr. C. Neill Epperson , che dirige il Penn Center for Women's Behavioral Wellness ha detto a NPR.

Lo stigma che ho dovuto affrontare quando ho ammesso apertamente di avere un PMDD non mi ha sorpreso, ma sono rimasto comunque deluso. Molte delle donne a cui ho parlato l'hanno accolta con comprensione o non avevano sentito parlare della condizione. Altri hanno chiesto, non sei solo drammatico? È solo il tuo ciclo! Lo attraversiamo tutti! La spiegazione più difficile arriva sempre quando esco con qualcuno a lungo termine. La difficoltà risiedeva nel dire a qualcuno che non ha una reale conoscenza della sindrome premestruale del PMDD e poi spiegare in che modo differivano. Non è davvero affondato fino a quando non mi sono finalmente sentito abbastanza a mio agio da trascorrere del tempo con loro mentre stavo avvertendo i sintomi. È stato solo quando alcuni partner mi hanno visto in prima persona, andare in giro, sembrare sfocato, addormentarmi durante ogni appuntamento o minacciare di non parlare mai più con loro con toni alti e arrabbiati, che si sono resi conto che non era così semplice essere irritabile sul tuo ciclo


Ora, il mio PMDD è più gestibile grazie al controllo delle nascite. Ci sono volute alcune pillole diverse e molto supporto emotivo da parte di mia madre per superare i miei sintomi. Sperimento ancora alcuni sbalzi d'umore, ma sono in grado di mantenere un'esperienza quotidiana normale con quell'aiuto. Ho anche scoperto che le mie pratiche di meditazione e un approccio alla guarigione olistica, incluso l'uso di oli essenziali, hanno aiutato insieme all'assunzione della pillola. Dott.ssa Elizabeth Trattner , specialista in medicina integrativa e dottore in medicina cinese, parla del suo approccio al trattamento del PMDD: Ci vuole un buon approccio integrativo per affrontare il PMDD. I pazienti hanno bisogno di un sistema di supporto sia dal punto di vista medico, psicologico e personale per affrontare i sintomi estremi. Questo è tutto ciò che riguarda la medicina integrativa. I bassi intensi e i sintomi fisici richiedono cure mediche. I pazienti devono assumere la loro parte nella responsabilità di guarire, ma con il coordinamento dei loro medici e del sistema di supporto.

Il mio controllo delle nascite ha aiutato a livellare i miei ormoni ed è una pillola che mi dà il ciclo solo una volta ogni tre mesi, rendendolo più gestibile. Tuttavia, non cura il mio PMDD. Mi sento ancora come se stessi camminando in una nuvola durante questa settimana e continuo a dovermi radunare e alzarmi dal letto durante questo periodo. Devo lavorare di più per concentrarmi sulle attività quotidiane e ho lavorato con i miei colleghi per assicurarmi di raggiungere gli obiettivi di quella settimana. Il PMDD richiede ancora pianificazione, impegno e decisione consapevole in modo da poter superare quei pochi giorni che a volte sembrano una vita. La mia speranza è che nel condividere la mia storia, le donne che si sentono come se fossero state illuminate dal pensiero di avere normali sintomi di sindrome premestruale o che sono state costantemente diagnosticate erroneamente, trovino la forza per vincere il più possibile la loro condizione. E si spera che trovi un medico di fiducia che li aiuti attraverso il loro PMDD. Voglio che le donne sappiano che può migliorare e che l'oscurità che si prova quando si è colpiti da PMDD alla fine viene superata dalla luce: ci sono modi per trattarlo, conviverci e affrontarlo.