Questi disegni di bambini privi di documenti ti spezzeranno il cuore

Questi disegni di bambini privi di documenti ti spezzeranno il cuore

Foto: Unsplash/@aaronburden

Nel 2018, nell'ambito del La politica di tolleranza zero dell'amministrazione Trump, migliaia di bambini sono stati separati dalle loro famiglie al confine, ma gli effetti di quelle separazioni si fanno sentire ancora oggi in un modo o nell'altro.


La dott.ssa Belinda Arriaga, professoressa associata all'Università di San Francisco specializzata in traumi infantili e salute mentale latina, ha condiviso con Volta rivista alcune opere d'arte strazianti di bambini privi di documenti che sono stati colpiti dalla crisi dell'immigrazione del governo. Arriaga ha visitato i bambini e le famiglie a Matamoros, Tamaulipas, in Messico, che sono lì sotto un'altra politica spaventosa del presidente Donald Trump che chiede ai richiedenti asilo di rimanere in Messico fino alla loro audizione negli Stati Uniti.

L'American Civil Liberties Union (ACLU) ha riferito che più bambini sono stati separati dalle loro famiglie di quanto originariamente riportato. Sebbene il numero sia in media di oltre 2.000, l'ACLU ora riferisce che il numero è in realtà superiore a 5.400 . È un numero allarmante che dovrebbe svegliare le persone sul fatto che il governo ha causato più danni a bambini innocenti e vulnerabili di quanto non ammetteranno mai. Organizzazioni di immigrazione come Raices e National Immigration Law Center hanno fatto ciò che il governo non riesce a fare: aiutare le persone che hanno danneggiato.

In un altro disegno, un bambino di 11 anni di nome Jose ha disegnato una foto degli Stati Uniti e del fiume Rio Grande. Ha scritto in spagnolo, America, dove non mi hanno fatto entrare, e La terra promessa.

Inoltre, una bambina di 7 anni di nome Ivone, si è disegnata dietro una gabbia mentre la sua tia è vicino al Rio Grande. Un'altra ragazza ha disegnato un'immagine con diverse tende colorate, che è dove vive nell'accampamento di Matamoros.

I loro disegni diventano la loro voce , ha detto Arriaga alla pubblicazione. Quando hanno iniziato a consegnarmi uno per uno i loro pezzi, è stato davvero sbalorditivo vedere cosa stavano disegnando... i disegni ci aiutano a capire il trauma che questo paese sta infliggendo loro.


Non solo queste immagini mostrano il trauma che stanno subendo, ma anche la loro consapevolezza della situazione in cui sono state messe. Ad alcuni è stato detto dalle loro famiglie qual era il piano, dove stavano cercando di arrivare e la sfortunata realtà che stanno attualmente affrontando.

Un disegno di una bambina di 8 anni ne mostra una rappresentazione. Ha scritto in spagnolo Yo le pido a Dios que llegamos a Carolina del Sur, che si traduce in Chiedo a Dio che possiamo arrivare nella Carolina del Sud. Ha aggiunto un cuore con raggi intorno. Questi bambini sono pieni di speranza, ed è questa la bellezza del loro spirito.

Clic qui per vedere il resto dei disegni.

Articoli Interessanti