By Erin Holloway

Salma Hayek chiama Harvey Weinstein il mio mostro durante le riprese di 'Frida'.

Foto: Wikimedia/Georges Biard


A questo punto, le accuse di aggressione sessuale e molestie contro il magnate di Hollywood e produttore cinematografico Harvey Weinstein sono ben note, ma le vittime continuano a raccontare storie inquietanti che le hanno fatte esclamare #MeToo. L'ultimo racconto straziante di come trattare questo presunto molestatore sessuale viene da Salma Hayek— che ha appena scritto un editoriale per Il New York Times su com'è stato lavorare con Weinstein caduto in disgrazia durante le riprese del suo film biografico vincitore dell'Oscar del 2002 Frida . E i dettagli non sono belli.

Durante e dopo la produzione, Weinstein sembra aver reso la vita di Hayek un inferno. Ha minacciato di interrompere la produzione, insultato la sua capacità di recitazione e si sarebbe infuriato e aggressivo in più di un'occasione. Ma erano le sue richieste sessuali, quelle richieste da Hayek dettagliato come esempi di quando ha dovuto dire più e più volte la parola no, che sono veramente oscene.

No ad aprirgli la porta a tutte le ore della notte, hotel dopo hotel, luogo dopo luogo, dove si sarebbe presentato inaspettatamente, incluso un luogo in cui stavo girando un film in cui non era nemmeno coinvolto. No a me che faccio la doccia con lui. No a lasciarlo guardare mentre faccio la doccia. No a farmi fare un massaggio. No a farmi fare un massaggio da un suo amico nudo. No a farmi fare sesso orale. No al mio spogliarmi con un'altra donna.

In un'ultima orribile ammissione, Hayek scrisse che Weinstein aveva una richiesta particolare Frida a cui alla fine ha ceduto: mi avrebbe lasciato finire il film se avessi accettato di fare una scena di sesso con un'altra donna. Prima delle riprese ha detto di aver avuto un esaurimento nervoso. Durante le riprese della scena, ha scritto di essere turbata: Non era perché sarei stata nuda con un'altra donna. Era perché sarei stato nudo con lei per Harvey Weinstein. Ma allora non potevo dirglielo.


Man mano che emergono sempre più dettagli sulle accuse sessuali di Weinstein a Hollywood, è difficile non essere continuamente inorriditi dall'ultimo scandalo. Come scrive Hayek, per anni è stato il mio mostro ed è stato un mostro per molte donne.

Nel suo editoriale schietto, Hayek parla anche della lotta per condividere la sua storia, qualcosa a cui molte vittime di bullismo, aggressione e molestie possono relazionarsi.[Questo è stato] un episodio della mia vita con cui, sebbene doloroso, pensavo di aver fatto pace. Mi ero fatto il lavaggio del cervello pensando che fosse finita e che fossi sopravvissuto; Mi sono nascosto dalla responsabilità di parlare apertamente con la scusa che erano già coinvolte abbastanza persone nel far luce sul mio mostro. Non consideravo la mia voce importante, né pensavo che avrebbe fatto la differenza.

Alla fine, Hayek ha visto quanto sarebbe importante aggiungere la sua voce e stare con le altre donne forti che si sono fatte avanti, specialmente in un momento come questo. Mi ispiro a coloro che hanno avuto il coraggio di parlare, soprattutto in una società che ha eletto un presidente che è stato accusato di molestie sessuali e aggressioni da più di una dozzina di donne e che tutti abbiamo sentito fare una dichiarazione su come un uomo in il potere può fare tutto ciò che vuole alle donne.

Bene, non più.

Esattamente! Non più. Ma come afferma Hayek, per essere sicuri che questo livello di abuso non continui, ci vorrà ugualmente il campo di gioco e la distribuzione del potere nelle industrie dominate dagli uomini.

Fino a quando non ci sarà uguaglianza nel nostro settore, con uomini e donne che hanno lo stesso valore in ogni suo aspetto, la nostra comunità continuerà a essere un terreno fertile per i predatori.

Per fortuna, sempre più donne (e uomini) si stanno facendo avanti con storie di aggressioni sessuali e molestie che hanno subito da parte di uomini potenti. Insieme dimostreremo che questo comportamento non sarà tollerato o accettato.

Per Salma Hayek, i fan stanno reagendo al suo editoriale mostrandole il loro amore e supporto immortali.