Sara Rogel libera dopo un decennio in prigione a causa del divieto totale di aborto di El Salvador

Divieto di aborto in El Salvador

Foto: Facebook/@reproductiverights


El Salvador ha un assoluto aborto divieto il che significa che anche se la salute di una donna è a rischio, non può interrompere la gravidanza. Questa legge estrema, in vigore dal 1998, ha portato alla criminalizzazione dell'aborto, il che significa che chiunque sia ritenuto colpevole di una gravidanza interrotta può rischiare il carcere per accuse che possono includere omicidio aggravato. Tra il 2000 e il 2011, 129 donne sono state perseguite reati legati all'aborto, 26 dei quali sono stati condannati per omicidio aggravato, secondo una relazione dell'avv Giornale della salute e dei diritti umani . Donne come Evelyn Beatriz Hernández, 21 anni, hanno fatto notizia dopo essere stata dichiarata colpevole di omicidio aggravato per aver dato alla luce un bambino nato morto a seguito di uno stupro di gruppo. Ha scontato 33 mesi di una pena detentiva di 30 anni dopo un nuovo processo, il primo per un caso del genere in El Salvador, il Associated Press segnalato.

Ora un'altra donna è stata liberata e sta cercando di aiutare le donne che hanno affrontato conseguenze simili. Sara Ruggero ha trascorso un decennio in prigione con l'accusa di aver violato il divieto quando ha interrotto la gravidanza, Reuters segnalato. È stata recentemente rilasciata dopo essere stata condannata a 30 anni di carcere dopo essere stata arrestata nell'ottobre 2012 a seguito di una visita in ospedale per emorragia, Reuters segnalato. Rogel, che all'epoca aveva 20 anni, ha affermato di essere caduta in casa, ma è stata perseguita per aver abortito e condannata a settembre 2013.

Cerco di migliorare me stesso; questo è quello che ho programmato, ha detto alla pubblicazione. Per finire gli studi e avere un lavoro così posso avere una buona famiglia perché la vita fuori è molto difficile. È stata rilasciata l'8 giugno dal carcere di Zacatecoluca, 35 miglia a sud est di San Salvador, la capitale di El Salvador.


Il paese ha una popolazione di circa 6 milioni con circa Il 75 per cento pratica il cattolicesimo che è profondamente radicato ed è stato parte integrante del divieto di aborto completo. HHR ha riferito che approssimativamente Sono stati effettuati 19.000 aborti tra il 2005 e il 2008 anche se è difficile stimare in quanto molti sono clandestini rendendo difficile la misurazione.

Una delle donne intervistate dalla pubblicazione era una collaboratrice domestica che non aveva educazione alla salute sessuale ed era rimasta incinta ma non se ne rendeva conto. È crollata e si è svegliata in ospedale, ammanettata al letto dopo aver subito complicazioni che hanno portato alla morte del feto. In arresto per il reato di omicidio aggravato, è stata successivamente condannata a 30 anni di reclusione.

Perché non è sola, dice Rogel Reuters spera di aiutare i suoi ex compagni di prigione. (La prigione) non è un posto facile. So cosa ho vissuto in quel luogo. So che i miei compagni che ci sono stanno soffrendo, ma voglio aiutarli. Stanno lottando; ecco perché voglio aiutarli in modo che un giorno possano sentire la pace della mente che ho provato io, ha detto Reuters .

El Salvador è uno dei tre paesi dell'America Centrale, Honduras e Nicaragua sono gli altri due, con divieto totale di aborto .

Articoli Interessanti