By Erin Holloway

Selena Quintanilla: Qual è il prezzo del fandom?

Selena Quintanilla

Foto: Flickr/hellboy_93


Il culturale influenza di Selena Quintanilla non conosce limiti. La nostra superstar di Tejana ha vissuto per decenni dopo la sua morte con l'aiuto di fan sfegatati. A ben 23 anni dalla sua morte, La musica di Selena è rimasta nella top 40 di Billboard, una figura di cera al Madame Tussauds ha debuttato in suo onore, e lo è stata inserito nella Texas Women's Hall of Fame . Bambole, murales, trucchi, vestiti, cover band e costumi di Halloween continuano a spuntare in omaggio alla regina cumbia. Ma nessuno è più dedito a mantenere viva la sua eredità dei negozianti, artisti e creatori indipendenti di Latinx che cercano continuamente modi nuovi e creativi per rendere omaggio alla nostra amata Selena.

Chiunque ami Selena sa che ha preso molto sul serio il suo rapporto con i suoi fan. È il rispetto e l'adorazione reciproci che la maggior parte presume che la sua proprietà avrebbe continuato a onorare poiché tutti abbiamo sentito la famiglia Quintanilla ringraziare la sua base di fan in interviste e discorsi di accettazione ancora e ancora. Ma sono emerse recenti accuse secondo cui la famiglia Quintanilla minaccia regolarmente azioni legali contro le stesse persone che hanno assicurato la continua rilevanza di Selena: gli stessi artisti indipendenti e proprietari di piccole imprese che creano e vendono merce a tema Selena.

HipLatina ha parlato con diversi artisti che hanno ricevuto messaggi diretti ed e-mail che minacciavano azioni legali da qualcuno che afferma di essere un rappresentante di Q Produzioni — l'azienda fondata dal padre di Selena, Abraham Quintanilla. Leslie Saiz stava vendendo una spilla smaltata ispirata a Selena su Etsy quando è stata contattata tramite DM citando una violazione della somiglianza. È qualcosa che l'ha colta di sorpresa da quando ha realizzato il suo design originale dal cuore per altri fan di Selena.Non ho fatto la spilla per fare soldi. Sono davvero solo un fan di Selena che voleva un prodotto Selena interessante. L'arte per la mia spilla è stata creata al 100% da zero. Non fa riferimento a nessuna immagine là fuori di cui qualcuno possiede i diritti, ha detto Saiz a HipLatina. Rispettavo i loro diritti e il loro marchio mentre contribuivo a mantenere viva la sua memoria. Mi ha lasciato l'amaro in bocca il fatto che la famiglia stia effettivamente minacciando attivamente la piccola attività di Latinx per l'arte/prodotti di Selena di basso profilo.


Ma Saiz non è l'unico rimasto con l'amaro in bocca dopo aver avuto a che fare con Q Productions. HipLatina ha parlato con molti altri creatori che hanno avuto esperienze simili. Tutti hanno riferito di sentirsi spaventati e delusi e la maggior parte si è rifiutata di registrare per paura di ritorsioni legali da parte di Q Productions. È una lotta legale che sanno di non potersi permettere e per alcuni, come La proprietaria del negozio Etsy Barbara Hernandez , i messaggi hanno avuto un reale impatto emotivo e finanziario.

Avevo paura e non sapevo cosa fare o a chi rivolgermi per questo. Avevo paura di essere citato in giudizio quando potevo a malapena permettermi i miei libri di testo. Ma il fatto è che questo stava accadendo su un pacchetto di pulsanti che stavo vendendo per $ 5.Ho chiuso il mio negozio per un po' perché non volevo più drammi.

Hernandez alla fine ha riaperto il suo negozio Etsy, ma questo mi ha colpito perché stavo vendendo anche altre spille e accessori e quei soldi extra mi hanno aiutato, ha concluso.

Messaggio ottenuto da HipLatina di un altro proprietario di un negozio Etsy che ci ha chiesto di chiamarla Chimu. Ha smesso di ricevere risposte una volta che ha iniziato a chiedere dettagli.

Stanno infrangendo qualche legge?

Secondo l'avvocato per lo sport e l'intrattenimento Jaia Thomas, le azioni intraprese da Q Productions sembrano essere più una tattica intimidatoria per convincere creatori, imprenditori e artisti a smettere di usare l'immagine di Selena piuttosto che una rigida applicazione della violazione del copyright.Sebbene questi messaggi possano tecnicamente essere considerati cessare e cessare, Thomas afferma che questo non è il modo in cui le società si comportano in genere.

Sembra che vogliano assicurarsi di avere il controllo completo su come viene utilizzata la sua immagine. Il protocollo normale includerebbe un avvocato e informazioni molto specifiche su come la persona che riceve il cessare e desistere stia violando il copyright, ha detto Thomas sul contenuto dei vari DM e delle e-mail ricevute dai fan.

Il fatto è che gran parte del lavoro originale creato da questi artisti cadrebbe giusto uso , che consente alle persone di utilizzare materiale protetto da copyright se soddisfa determinate linee guida di trasformazione. Thomas ha anche osservato che i produttori che hanno rimosso i loro articoli su richiesta di Q Productions hanno il diritto di contrastare il reclamo presentato nei loro confronti. Torna indietro e argomenta 'Sto usando questa immagine, rientra nel fair use'. Tutte le piattaforme di terze parti danno alle persone l'opportunità di esporre la propria tesi, ha detto. Thomas ha anche raccomandato ad artisti e imprenditori di utilizzare un disclaimer sulle loro pagine. I creatori possono sempre utilizzare un disclaimer che dice qualcosa come 'La merce in questa pagina non è affiliata a Q Productions'. Aggiunge un ulteriore livello di protezione legale, consiglia.

Che dire della collaborazione di Forever 21?


C'è anche una profonda ironia nel fatto che un'azienda così preoccupata per l'uso illegale della propria proprietà intellettuale lo farebbe collaborare con Forever 21 , una catena multimiliardaria che ruba costantemente design a piccoli creatori e anche Proprietari di piccole imprese Latinx . Rachel Gomez, Fondatrice di viva la bella , è la vittima più recente del furto creativo di Forever 21. Il suo caratteristico design Bonita in caratteri Old English è ora in vendita su Forever 21 per $ 9,90. È qualcosa che secondo lei potrebbe essere evitato se queste compagnie collaborassero con gli artisti invece di rubare le loro idee.

Rubare ai produttori latini non è affatto bello. Assumi grafici, brander e creativi Latinx invece di rubarci il lavoro. Non creare un mondo in cui gli artisti non vogliono pubblicare il loro lavoro perché sappiamo che tra un mese Forever 21 lo produrrà in serie e lo venderà per $ 10. Il nostro lavoro vale molto di più. Siediti a tavola per noi, disse Gomez.

Brittany Chavez, la fondatrice del database delle piccole imprese Acquista Latinx , è stato esplicito sul fatto che grandi catene come Forever 21 rubano regolarmente alle piccole imprese di Latinx e ritiene che la Q Productions dovrebbe investire nella comunità di Latinx invece di fare soldi con le società che rubano alla comunità creativa.

Ci piacerebbe avere una conversazione aperta con la famiglia Quintanilla sull'importanza dello shopping all'interno della comunità e presentarli agli imprenditori di Latinx che possono supportare e che sono anche fan sfegatati di Selena, ha detto Chavez.

Le persone che perdono di più in tutto questo dramma sono i fan di Selena. Il che pone la domanda: le tattiche intimidatorie usate da Q Productions sono qualcosa che Selena stessa perdonerebbe? Perché non elevare e collaborare con le migliaia di artisti indipendenti che nutrono un amore e un'ammirazione genuini per lei? Perché schiacciare i piccoli imprenditori Latinx che hanno già aziende più grandi che rubano i loro progetti? E perché supportare un'azienda che prende dalla comunità Latinx senza responsabilità o partecipazione agli utili? Il fatto è che non puoi possedere o controllare l'essenza di qualcuno, ed è abbastanza sicuro dire che quando si tratta di questo tipo di trattamento dei suoi fan, Selena non sarebbe molto entusiasta.

Articoli Interessanti