By Erin Holloway

Sono un attivista positivo per il corpo che è ingrassato e se ne vergognava

Foto: per gentile concessione di Jessica Torres


Non dovevo essere un sostenitore del body positive.Quando ho iniziato il mio blog in stile taglie forti , aveva lo scopo di condividere i miei abiti e ispirare altre donne taglie forti a vivere una vita grassa alla moda. Volevo registrare la mia evoluzione di stile online e trovare un lavoro nella moda. Ma quando sei una donna plus size che decide di indossare colori audaci e scattare foto di tutto il corpo, vieni automaticamente etichettata come una sostenitrice del body positive. Qualsiasi corpo più grande che cresce un seguito sui social media e scatta foto di tutto il corpo viene immediatamente etichettato come un guerriero dell'autoaccettazione.

All'inizio non mi sono mai descritto come positivo per il corpo perché Non amavo il mio corpo . La moda era la mia passione e il mio corpo era semplicemente un vaso che teneva insieme i miei vestiti. È stato solo quando ho notato che mi stavo trattenendo dalla moda a causa dell'odio che provavo nei confronti del mio corpo, che ho deciso di iniziare a indossare i top corti per la prima volta e di sfoggiare le gambe dopo anni in cui le nascondevo. Non era solo perché non volevo sentirmi come se dovessi nascondermi costantemente dal corpo, ma perché c'erano così tanti abiti che non avrei indossato. Le linee sono diventate sfocate e ho capito che la moda era il mezzo che stavo usando per mostrare alle altre donne di accettare i loro corpi così come sono.

Visualizza questo post su Instagram

Il miglior compleanno di sempre

Un post condiviso da Jessica Torres (@thisisjessicatorres) il 30 giugno 2017 alle 14:11 PDT

Dopo aver capito che ero un sostenitore dell'autoaccettazione, ho approfondito i molti argomenti relativi all'essere una persona positiva per il corpo. Ho condiviso lotte personali come essere grasso vergognoso dal dottore, le paure di indossare un costume da bagno a due pezzi per la prima volta, uscire insieme quando è grasso e tanti altri argomenti a cui molti di noi, indipendentemente dalla taglia dei jeans, potrebbero relazionarsi. Era la cosa migliore che la società mi aveva imposto. Stavo imparando ad accettare il mio corpo e ad aiutare gli altri ad accettare il proprio.

Mi piaceva parlare di questi argomenti perché altri uomini e donne traevano vantaggio dalle conversazioni online. La gente sembrava ascoltare e il feedback sembrava estremamente positivo, per la maggior parte comunque.

Visualizza questo post su Instagram

Servirti sembra oggi piccola! . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . : @lydiahudgens #effyourbeautystandards #goldenconfidence #tcfstyle #celebratemystyle #psootd #ootd #plussize #hudabeauty #andigetdressed #plussizestyle

Un post condiviso da Jessica Torres (@thisisjessicatorres) il 28 dicembre 2017 alle 9:28 PST


Ma le cose hanno cominciato a cambiare due anni dopo. Ho guadagnato peso e sono salito di una taglia di jeans. Il mio discorso positivo sul corpo li ha attraversati. All'improvviso ero troppo grasso per predicare l'autoaccettazione. Mi sono sentito frustrato e ferito. Mi sono reso conto di come i corpi più grandi tendano ad essere meno accettati nella comunità delle taglie forti.

I corpi come il mio sono costantemente paragonati a corpi simili quello di Ashley Graham o di Iskra Lawrence. Queste due donne hanno quelli che sono considerati corpi curvy ideali, taglie forti e gli unici accettabili di cui parlare per quanto riguarda l'accettazione del corpo. Parlano della loro cellulite, delle smagliature e di altri difetti e sono elogiati per averne parlato perché le loro figure sono modellate in un modo che si adatta ancora a determinati standard di bellezza.

Ho ricevuto un messaggio di posta elettronica da un follower che ha notato il mio aumento di peso. Mi hanno preso di mira per l'aumento di peso e per come mi sentivo come se stessi cercando di imporre le mie convinzioni alle persone. All'improvviso salire di una taglia di jeans mi ha reso inadeguato a parlare di amare il mio corpo.Indipendentemente dal fatto che ho ricevuto solo un commento meschino, mi ha comunque colpito davvero. Ero molto più consapevole di quanto fossero diversi i commenti verso le donne che parlavano di positività corporea e assomigliavano ad Ashley Graham e quelle che mi assomigliavano. Quello che mi aveva dato voce nella comunità era la stessa cosa di cui si lamentavano gli altri.

Sono diventato molto consapevole del mio aumento di peso e tutto ciò che predicavo sull'essere felice con te stesso a qualsiasi dimensione è andato fuori dalla finestra. Ho pubblicato meno e non ho menzionato nulla del mio corpo quando l'ho fatto. ero stato messo a tacere. Non mi sentivo più me stesso.Ma cosa mi ha reso meno meritevole della positività del corpo e dell'autoaccettazione rispetto alle altre ragazze? Quando ero più piccola credevo che le ragazze più grasse e più grandi di me meritassero di sentirsi bene con i loro corpi, quindi perché non potevo?

https://www.instagram.com/p/BUDkt4lARUL/?taken-by=thisisjessicatorres


Le donne con corpi come il mio o quelli di Tess Hollidays rappresentano ciò che non va nel movimento. I nostri corpi non sono la norma della bellezza, della sensualità e dell'amor proprio. Per loro rappresentiamo il contrario. Eppure i corpi come il nostro sono quelli che stanno rompendo le barriere e chiudendo gli standard di bellezza.

Anche se può sembrare come se stessi parlando in un abisso, mi ricorda solo il lavoro che deve essere fatto. Fino a quando non ci rendiamo conto che non c'è un limite di dimensioni per essere positivi al corpo - e che tutti i corpi devono essere rispettati, amati e ammirati - continuerò a parlare di amare la mia pancia rotonda con le smagliature indipendentemente da quanto possa mettere a disagio alcune persone tatto.