By Erin Holloway

Below the Underground: Renegade Art and Action nel Messico degli anni '90

Below the Underground: Renegade Art and Action nel Messico HipLatina del 1900

Foto: Courtesy of Pacific Standard Time, 'Museo Salinas' di Vicente Razo 1996


Per il Messico gli anni '90 sono stati tumultuosi: hanno segnato l'ascesa dei cartelli della droga, la privatizzazione del settore pubblico, l'accordo commerciale nordamericano e la diffusa corruzione del governo. Gli artisti stavano affrontando la perdita del sogno utopico e il rifiuto della politica neoliberista mentre il Messico scivolava sempre più nell'instabilità sociale ed economica.

La mostra Below the Underground: Renegade Art and Action nel Messico degli anni '90 è la risposta di 26 artisti ai tempi attraverso sperimentazioni e a volte scioccante pratiche artistiche emergenti. La mostra stessa pone le basi per queste opere d'arte non convenzionali ricreando le esperienze della performance art attraverso poster, fanzine, libri, foto, videocassette, musica, registrazioni governative, mappe, schizzi, vestiti e manichini. Dire misto e/o multimediale sarebbe un eufemismo, hanno davvero posto le basi per così dire perché l'arte deve esserlo esperto per avere l'effetto previsto.

Below the Underground: Renegade Art and Action nel Messico HipLatina del 1900

Foto: per gentile concessione di Ora solare del Pacifico, Sonido Apokalitzin 1996 di Apokalitzin

Rinnegato Art crea vignette completamente coinvolgenti: è quasi come un set cinematografico in cui ogni angolo è un palcoscenico diverso. C'è video in loop quasi ovunque tramite proiezioni o con le vecchie TV quadrate impilate l'una sull'altra o rivolte verso il soffitto. Ci sono piccole stanze buie (alcune delle quali sembrano corridoi) che riproducono film con casse sparse per sedersi. Ci sono intere impalcature costruite e sopraelevate con varie mappe, foto e stringhe. Ci sono piñata a somiglianza dell'ex presidente messicano Carlos SalinasDi Gortari(non in modo lusinghiero) che avrebbe rubato 300 milioni di dollari dal governo messicano e svalutato il peso. C'è un'intera stanza tappezzata di volantini e copertine di album, nonché varie aree salotto intime che sono allestite per la visualizzazione o con cui interagire.

Below the Underground: Renegade Art and Action nel Messico HipLatina del 1900

Foto: per gentile concessione di Ora solare del Pacifico, Museo Salinas di Vicente Razo 1996


Uno dei miei preferiti includeva Se lei è il Messico, chi l'ha picchiata? di Lorena Wolffer. È allestito come un servizio fotografico completo di vestiti sugli scaffali e grandi foto di modelle contuse, che vengono utilizzate come metafora visiva degli abusi economici subiti dal Messico.

Below the Underground: Renegade Art and Action nel Messico HipLatina del 1900

Foto: per gentile concessione di Ora solare del Pacifico, Se lei è il Messico, chi l'ha colpita? Di Lorena Wolfer

Un altro favorito personale erano le fotografie delle esibizioni pubbliche di Ema Villanueva. Ha usato l'oggettivazione della forma femminile per portare l'attenzione sui problemi politici del tempo. Ha protestato contro il trattamento violento riservato dal governo messicano agli studenti che si sono opposti all'aumento delle tasse scolastiche nel 1999 camminando in bikini per le strade di Città del Messico e ha permesso alle persone di dipingere le loro opinioni su di lei direttamente sul suo corpo.

Below the Underground: Renegade Art and Action nel Messico HipLatina del 1900

Foto: per gentile concessione di Ora solare del Pacifico, Pasionaria, Camminerò per Dignity di Ema Villanueva 2000

E, naturalmente, le fotografie del collettivo di artisti SEMEFO, che sono a dir poco scioccanti. Hanno usato la morte nella loro arte in funzione del potere del governo, creando spettacoli che spesso utilizzavano cadaveri di animali: in realtà facevano una giostra con cavalli morti. Nessuno dei loro pezzi è sopravvissuto alla prova del tempo a causa del decadimento, ma le immagini sono su un altro livello.

Tutto in questa mostra è leggermente storto, offrendo agli spettatori a realtà che è irreale ma allo stesso tempo troppo reale, sottolineando che per questi artisti la realtà rifletteva una società distopica strana e spaventosa. In questo momento, penso che tutti possiamo relazionarci.

Puoi vedere la mostra al Armeria Centro per le Arti a Pasadena, in California, fino al 22 gennaio 2018.


Artisti in esposizione: 19 Concrete, Eduardo Abaroa, Mariana Botey, Casper, Caxa, Andrea Ferreyra, Grupo Incidental, Melquiades Herrera, Jalarte, Marcus Kurtycz, Los Chinos, Los Lichis, Marcelaygina, Teresa Margolles, César Martínez, Sarah Minter, Taniel Morales, Lorena Orozco, I Paint My Line, Museo Vicente Razo/Salinas, Elvira Santamaría, Semefo, Apokalitzin Sound, Katia Tirado, Ema Villanueva, Lorena Wolffer

Ora solare del Pacifico : LA/LA è un'esplorazione di vasta portata e ambiziosa dell'arte latinoamericana e latina in dialogo con Los Angeles. Guidato dal Getty, Pacific Standard Time: LA/LA è l'ultimo sforzo di collaborazione delle istituzioni artistiche della California meridionale.

Articoli Interessanti