'Surviving R. Kelly: The Impact' sta innescando un cambiamento sufficiente?

Foto: Instagram/survivingrkelly, LifetimeTV


Sabato sera, Lifetime ha mandato in onda un'altra puntata della sua rivoluzionaria serie di esposizioni sul cantante R.Kelly e sulle accuse di violenza sessuale contro di lui. Surviving R. Kelly: L'impatto , condotto dal pluripremiato giornalista Soledad O'Brien recensito gli esiti immediati delle tre parti, serie di documentari di sei ore, tra cui l'arresto di Kelly, le indagini della polizia e un'intervista con Gayle King .

L'episodio mette in evidenza diverse reazioni critiche al documentario, inclusa quella di Kim Foxx, il procuratore di Stato nella contea di Cook, a Chicago. Foxx, una donna di colore sopravvissuta a un'aggressione sessuale, ha preso sul serio le accuse delle vittime della serie e ha avviato un'indagine contro Kelly.

Per favore, fatti avanti, Foxx esorta severamente altri testimoni e vittime di Kelly in una conferenza stampa mostrata in L'impatto .

Non passò molto tempo prima l'avvocato Gloria Allred si è fatto avanti con due nuove donne che accusano R. Kelly di cattiva condotta sessuale, comprese due donne che hanno affermato di essere state sfruttate all'età di 15 e 16 anni da Kelly.

La scioccante conferenza stampa è stata poi seguita da la rivelazione di Michele Avenatti sull'esistenza di un'altra videocassetta in cui R. Kelly è impegnata in atti sessuali con una ragazza di 14 anni. L'impatto mette in evidenza come la serie di documentari iniziale alludesse all'esistenza di molti nastri con i comportamenti sessuali di R. Kelly. Fortunatamente, è stato accusato da Foxx di reato poco dopo la rivelazione della nuova videocassetta.


Tuttavia, nonostante le conseguenze della serie, nuove accuse emerse e Kelly è stata accusata e incarcerata due volte (per le accuse e per il supporto non retribuito) – così tanto di quello che è successo sembra deludente rispetto alle emozioni crude che molti hanno provato dopo aver visto la serie .

L'impatto ha mostrato brevemente una clip di un giurato del precedente processo a R. Kelly che ammette di aver votato contro le donne che lo accusavano perché non gli piacevano. Lo spettacolo prosegue descrivendo in dettaglio quanti casi di donne alla fine vengono persi a causa di pregiudizi impliciti come questo, specialmente quando si fanno avanti le donne nere.

Va oltre sottolineando che le donne che si sono fatte avanti contro un imputato di alto profilo e ricco, possono essere precarie. Gli imputati di alto profilo di solito hanno le risorse per ricercare e poi sviscerare personalmente il carattere della vittima, secondo Danny Cevallos, un analista legale di NBC News.

Il documentario mostrava all'infinito l'avvocato di Kelly che confutava tutto ciò che le vittime avevano da dire su Kelly e sui suoi comportamenti, evidenziando anche tutti gli altri modi in cui le vittime possono essere screditate.

La stessa O'Brien chiude il documentario elencando le molte domande senza risposta in questo caso, e lascia gli spettatori a chiedersi, è questo? Dopo le accuse scioccanti e tutti i ricordi dolorosi che le vittime hanno dovuto ricordare, in qualche modo l'impatto sembra lento e cumulativo nella migliore delle ipotesi.

Mentre la cultura tende a spostarsi rapidamente dalle storie più importanti della giornata, passando da uno scandalo di celebrità all'altro, questo è uno che non dovrebbe essere dimenticato.

Può ancora pubblicare musica da solo, può ancora esibirsi in date nei club, ha detto Dan Rys di Billboard.

Abbiamo trovato speranza in tutti i sopravvissuti che si sono espressi e hanno superato il proprio dolore per condividere questa storia necessaria. Solo ora possiamo offrire loro quella stessa speranza continuando a lottare per il suo arresto.