By Erin Holloway

Gli avvoltoi della cultura stanno arrivando per i Nopales, definendoli la 'tendenza alimentare più calda del 2018'

Foto: Unsplash / @ diegonacho


In linea i gringo li chiamano cactus o fico d'India, ma la maggior parte dei messicani li conosce come nopales. È un alimento tradizionale nella nostra dieta, è un simbolo del Messico, molti di noi li hanno sulla fronte e ha un frutto piuttosto gustoso. Che ci crediate o no, dopo migliaia di anni di esistenza e generazioni di persone che hanno apprezzato questa pianta, Ora questo ha dichiarato Cacti come il trend alimentare più caldo del 2018. Che diavolo?

Nel video suggerisconoPresto potresti mangiare Cactus per cena, il che ha indotto molte persone a guardarsi intorno come, cosa intendi con 'potrei?' Lo faccio già! Ma non è la prima volta che i non-nopalero cercano di far accadere il nopal, una rapida ricerca ha scoperto che hanno cercato di farlo accadere in 2017 – chiamandolo Oro verde, Pianta del futuro e Dromedario vegetale mondiale. E dentro 2016 hanno provato a vendere una borsa da 8 libbre per $ 41 –senza successo (per fortuna). Per la maggior parte i gringo concordano sul fatto che lo faremo tutti avere mangiare cactus in futuro a causa del cambiamento climatico, che paura! Ma per i messicani quel futuro è adesso, perché ci piace quel sapore viscido di asparagi al limone e perché fa parte di la nostra identità .

Con pochissimi scavi è facile scoprire che anche le persone in altri paesi mangiano cactus, ma il nopal esiste in particolare in Mezoamerica (parti del Canada, Stati Uniti, Messico e Sud America) da oltre 25.000 anni. E secondo alcuni antropologi potrebbero avere più di 50.000 anni! Il genere Opunzia è piuttosto grande, sono state trovate 300 diverse varietà di nopales e almeno 114 sono effettivamente originarie del Messico. In Náhuatl, Nochtli o nopalli può essere tradotto come frutto della terra e la leggenda narra che un nopal su cui un'aquila e un serpente erano impegnati in combattimenti mortali sia il luogo in cui il dio del sole Huitzilopochtli disse agli Aztechi di costruire la grande città di Tenochtitlan, che significa il luogo delle foglie nopali. Quando il Venne lo spagnolo e rovinato tutto nel XVI secolo, il nopal fu portato (qualcuno direbbe rubato) in Portogallo, Grecia e Italia e poi ad Algeri, Marocco, Tunisia e Sud Africa. Oggi il nopal è cresciuto diciotto del messicano afferma con il 74% nel Distrito Federal, con una resa annua di 58.000 tonnellate sia di tonno che di padelli. Oggi è anche usato come cura per problemi intestinali, ulcere, febbri, malattie della pelle, l'elenco potrebbe continuare all'infinito, ma lo sapevamo già.

Oh sì, e le persone online non sono qui per questo:

https://twitter.com/chiloskid/status/949134369830027264

Quindi la prossima volta che qualcuno vuole dirti che i nopales sono la nuova tendenza del cibo caldo per il 2018, mostragli gli scontrini.