By Erin Holloway

Sostieni i giovani LGBTQ contro il bullismo in occasione della Giornata degli spiriti oggi: ecco come

Foto: Unsplash/@trfotos


Come latina bisessuale, ho affrontato la mia parte di discriminazione e bullismo crescendo. Sono stato più fortunato della maggior parte perché avevo un gruppo di amici intimi che non solo sapevano del mio orientamento sessuale, ma mi stavano anche accanto. Tuttavia, non tutti i giovani lesbiche, bisessuali, gay, transgender e queer sono così fortunati, motivo per cui oggi è Giornata dello spirito — un giorno per diventare viola per opporsi al bullismo e sostenere i giovani LGBTQ. È un giorno per dire ad alta voce e con orgoglio a tutti i giovani LGBTQ: abbiamo le spalle!

I giovani LGBTQ affrontano bullismo e molestie a livelli sproporzionatamente elevati a causa delle loro identità. Secondo GLAAD , che ha promosso l'evento come la più grande campagna contro il bullismo al mondo, l'85,2% dei giovani LGBTQ dichiara di essere stato molestato verbalmente, il 63,5% degli studenti LGBTQ dichiara di aver sentito commenti omofobici pronunciati da insegnanti o personale scolastico, il 57,6% degli studenti LGBTQ non denunciare il bullismo perché dubitano che i funzionari interverranno e lo stesso numero si sente insicuro a scuola a causa del proprio orientamento sessuale. E avevano ragione: il 63,5% degli studenti LGBTQ che hanno denunciato un incidente ha affermato che il personale scolastico non ha fatto nulla o ha detto allo studente di ignorarlo. Nel frattempo, quasi la metà degli studenti LGBTQ (48,6%) ha subito cyberbullismo.

I giovani Latinx LGBTQ affrontano una serie unica di sfide anche per quanto riguarda la loro identità, secondo un rapporto dell'HRC . I giovani latini LGBTQ hanno maggiori probabilità di subire discriminazioni all'interno delle proprie famiglie o comunità rispetto ai loro coetanei latini non LGBTQ, con un terzo che riferisce di non essere accettati dalla famiglia e poco meno della metà ha un adulto nella propria famiglia a cui rivolgersi quando sono preoccupati o tristi (al contrario di 8 su 10 dei loro coetanei latini non LGBTQ che hanno un tale adulto). A chi possono rivolgersi i giovani Latinx LGBTQ quando affrontano il bullismo scolastico se non c'è supporto anche a casa?


Il benessere dei giovani LGBT latini è favorito dal sostegno della famiglia e degli adulti fidati nelle loro vite, ha affermato il presidente dell'HRC Chad Griffin nel rapporto. Dobbiamo fare di meglio nel sostenere i giovani LGBT che ancora temono il rifiuto, di essere giudicati e ostracizzati a scuola e di essere respinti dalle loro congregazioni religiose e dalla comunità più ampia.

Il bullismo affrontato dai giovani LGBTQ, Latinx e non, è proprio il motivo per cui è necessario lo Spirit Day. Per fortuna, ci sono diversi modi per partecipare : Puoi prendere l'impegno, conoscere i fatti, spargere la voce (come twittare oggi con l'hashtag #SpiritDay o utilizzare la cornice di Facebook GLAAD sulla tua immagine del profilo per mostrare il tuo sostegno), diventare viola oggi e fare una donazione all'organizzazione che fa succede tutto. Vorrei solo avere qualcosa del genere quando ero un adolescente, ma sono grato che i giovani LGBTQ di oggi possano vedermi vestito di viola e sapere che ho le spalle al bullismo.

Ecco come alcuni sostenitori stanno già festeggiando oggi: