By Erin Holloway

La storia che non sapevi sul rum più famoso di Cuba

Rum HipLatina Havana

Foto: Courtesy of Bacardi, Amparo


Quando ho visitato Cuba l'anno scorso, c'erano simboli del rum Havana Club in tutta l'isola. Era in ogni bar che ho visitato e in tutti i negozi di articoli da regalo. Proprio come i famosi sigari del paese, bere Havana Club sembrava qualcosa che dovevi fare, altrimenti andavi anche a Cuba? Un attento esame dell'etichetta della bottiglia dice che l'azienda è stata fondata nel 1878. Ma dovrebbe dire una data completamente diversa a seconda di chi lo chiedi. La Rivoluzione Cubana è al centro di questa incoerenza e ho avuto modo di sperimentare come ha cambiato il corso della storia del marchio nel modo più inaspettato.

Rum Havana Club prodotto dal governo cubano e Pernod Ricard.

Il rum Havana Club originale prodotto da Bacardi.

Oggi ci sono due marchi Havana Club : Uno realizzato a Cuba da una joint venture tra il governo e il conglomerato di liquori francese Pernod Ricard, e l'altro prodotto a Porto Rico da Bacardi. Se qualcuno ti chiedesse quale fosse il REAL Havana Club, la risposta potrebbe sembrare semplice ma è molto più complicata di quanto potresti pensare. Bacardi dice che è loro e hanno messo insieme un gioco coinvolgente chiamato Protezione, scritto dal drammaturgo cubano-americano vanessa garcia e interpretato da un cast con radici cubane, che ti farà sentire immediatamente la loro versione della storia.

Lo scopo di questa esperienza è assicurarsi che le persone conoscano la verità sull'autentico Havana Club, ha detto a HipLatina Roberto Ramirez Laverde, brand executive di Havana Club presso Bacardi. A proposito dell'ingiustizia di altre società in collegamento con il regime cubano e che traggono profitto da beni rubati confiscati ad Arechabalas. Per assicurarsi che capiscano la verità e sappiano che siamo l'autentico Havana Club.

Foto: Per gentile concessione di Bacardi


La storia dell'Havana Club inizia nel 1862, quando José Arechabala arrivò a Cuba da Gordejuela, in Spagna, per iniziare una nuova vita. Fondò l'azienda che sarebbe diventata Arechabala Industries 16 anni dopo e introdusse Havana Club nel 1934. Avanti veloce all'inizio ufficiale della Rivoluzione Cubana nel 1959, quando il governo nazionalizzò Arechabala Industries, diventando il nuovo proprietario dell'azienda e il Marchio Havana Club. Questo è il momento che Protezione zeri su.

Foto: Per gentile concessione di Bacardi

Gli ospiti possono seguire diversi personaggi, che rappresentano le opinioni contrastanti che i cubani avevano durante quel periodo tumultuoso e come questo si intersecava con gli Arechabala. Ho intrapreso un viaggio con Calixto, un lavoratore che viene radicalizzato da amici che sostengono la rivoluzione e la ridistribuzione della ricchezza sull'isola. Il tuo cuore batte mentre ti muovi attraverso la storia e ti rendi conto di quanto sia alta la posta in gioco per tutte le persone coinvolte: puoi sentire com'è stato attraversare la rivoluzione, che era l'obiettivo di Garcia. Si trattava di vita o di morte per alcune persone.

Foto: Courtesy of Bacardi, Amparo

Ramon Arechabala, il capo della compagnia all'epoca, si era innamorato e aveva sposato Amparo Alvaré (l'omonimo della commedia). Il mondo degli sposini crolla quando la loro azienda viene rilevata, e ancora una volta quando Ramon viene arrestato anni dopo, nel 1963. Gli sono state date delle opzioni, ha detto a HipLatina Paola Arechabala, figlia di Ramon e Amparo. O rimani e sei con la rivoluzione, o lasci il paese, o trascorri il resto della tua vita in prigione. Ramon ha scelto di partire con sua moglie e suo figlio, senza un dollaro a loro nome.

Foto: Courtesy of Bacardi, Amparo

È a questo punto dello spettacolo che tutti gli ospiti convergono in una grande stanza con lo spirito di tutti i personaggi con cui abbiamo iniziato, e l'esperienza culmina con il battere il petto al ritmo di tamburi dal vivo, promettendo di condividere la storia di il vero Havana Club.

Foto: Courtesy of Bacardi, Amparo


Avere qualcosa per cui la tua famiglia ha lavorato duramente per essere portato via è traumatico, un punto che è stato portato a casa magistralmente dalle montagne russe emotive create da Garcia. Sfortunatamente per gli Arechabala, gli schiaffi in faccia per mano del governo cubano non sono finiti qui, poiché continuano a utilizzare il marchio Havana Club per vendere rum fino ad oggi. Il governo cubano non è in grado di farlo sul suolo statunitense a causa dell'embargo commerciale, ma grazie alla partnership con Pernod Ricard iniziata nel 1993, milioni di bottiglie di Havana Club vengono vendute ogni anno in altre parti del mondo.

Didascalia: (Da sinistra a destra) Roberto Ramirez Laverde, Vanessa Garcia e Paola Arechabala Consuegra (Foto: Courtesy of Bacardi, Amparo)

Questo è stato sicuramente irritante per gli Arechabala, che come molte famiglie di immigrati che vengono negli Stati Uniti, hanno dovuto trovare nuovi mestieri. Ramon è diventato un meccanico di automobili per la Ford Motor Company, ha condiviso Paola. L'Avana Club marchio possedevano negli Stati Uniti è scaduto nel 1973 e il governo cubano lo ha registrato per se stesso nel 1976. Ma Ramon non si è arreso all'Havana Club e nel 1994 ha fatto una mossa brillante che ha riportato la famiglia in gioco. Vedete, il governo cubano ha sequestrato il loro marchio e le distillerie, ma si sono dimenticati di prendere una cosa: la ricetta di Arechabala. Ramon si è rivolto a Bacardi e gliel'ha venduto per $ 1,25 milioni, oltre ad alcuni dei profitti dalle vendite del rum, secondo Il Washington Post . È stata una partnership ideale grazie alla loro storia condivisa. Anche Bacardi ha iniziato a Cuba ed è stato anche un concorrente di Arechabala in passato. La famiglia fu esiliata ma la loro azienda riuscì a sopravvivere dopo la rivoluzione perché già operava in altri paesi prima che il governo sequestrasse i loro beni cubani.

Foto: Courtesy of Bacardi, Amparo

Bacardi è diventato un feroce sostenitore del marchio e ha fatto di tutto per vendere la ricetta di Arechabala con il nome Havana Club che hanno creato. L'azienda ha esercitato forti pressioni affinché il marchio cubano fosse buttato via, adducendo il motivo che l'azienda era stata illegalmente sottratta agli Arechabalas. Bacardi è stato in grado di ottenere una legge sui libri nel 1998, nota come la Atto Bacardi — che riconosce i marchi registrati da società cubane espropriate, annullando di fatto il governo cubano e il marchio Havana Club di Pernod Ricard negli Stati Uniti. Ciò consente a Bacardi di vendere il rum Arechabala con il marchio Havana Club negli Stati Uniti oggi.

Ma questa guerra non è finita. L'Unione Europea e l'Organizzazione Mondiale del Commercio non considerano legale il Bacardi Act. La palla è attualmente nel campo del governo degli Stati Uniti ed è improbabile che affronti questo problema in tempi brevi poiché il presidente Donald Trump ha chiarito che non è entusiasta di migliorare le relazioni con Cuba. Implementazione nuove sanzioni e restrizioni di viaggio è tutta la prova di cui abbiamo bisogno. E finché ci sarà un embargo commerciale contro Cuba, la loro versione di Havana Club non sarà venduta negli Stati Uniti.


Mentre il futuro del marchio Havana Club è in purgatorio, Bacardi e Pernod Ricard sono impegnati in una battaglia diversa: semantica . Pernod Ricard pensa che l'Havana Club di Bacardi sia una frode perché è prodotto a Porto Rico, mentre la loro versione è prodotta a Cuba. Bacardi ritiene che la loro versione sia quella reale perché è realizzata con la ricetta cubana originale. L'autenticità risiede nell'anima del marchio e amplificata da un'azienda con radici cubane che gli conferisce amparo, che in spagnolo significa rifugio. Quando si dice che la ricetta di famiglia fatta da Bacardi non è cubana, Paola si arrabbia e si offende personalmente. Per me è davvero insondabile che la gente creda [la versione fatta dal governo cubano e Pernod Ricard] sia reale. Spera che lo spettacolo possa cambiare le cose. La prossima volta che ordini il rum considera che è storia, potrebbe non andare giù così facilmente a seconda della tua politica.

Foto: Courtesy of Bacardi, Amparo