By Erin Holloway

La vera storia del rum nei Caraibi e come è finito a Porto Rico

rum-caribbean-storia

Foto: Unsplash / Anders Nord


Quando le persone pensano al rum, pensano immediatamente al caraibico . Vanno di pari passo e per una buona ragione. Il rum, che è un distillato di canna da zucchero, era inventato nelle Indie occidentali , che comprendono Portorico , la Repubblica Dominicana e Cuba, tra molte altre nazioni, nel XVII secolo. Lo spirito ha giocato un ruolo importante nel La tratta degli schiavi africani durante il quale gli schiavi portati dall'Africa venivano scambiati con le Indie occidentali in cambio di melassa che veniva utilizzata dalle persone nelle colonie americane per produrre rum che veniva poi scambiato in Africa in cambio di più schiavi.

La storia antica dell'ormai amata libagione non è bella, e onestamente nemmeno la sua storia successiva, ma oggi quella storia ha prodotto al mondo uno spirito amato che è indissolubilmente legato alla cultura caraibica latinoamericana, alle vibrazioni dell'isola e ai cocktail da spiaggia. Mentre molti paesi caraibici, tra cui Giamaica e Barbados, sono famosi per i loro rum, almeno negli Stati Uniti, Porto Rico è quasi sinonimo di rum, grazie in gran parte al successo di Bacardi.

Cresciuto in una famiglia portoricana, rum e Bacardi in particolare, facevano parte di ogni evento e occasione familiare che ricordo. Dal coquito a Natale alla piña colada ai barbecue estivi, ai colpi diretti una volta che si è fatto tardi e le danze sono iniziate, il rum è sempre stato qualcosa che associo alla mia eredità portoricana.

https://www.instagram.com/p/CP0ywqBIKxB/


È interessante notare, però, che il rum in realtà è iniziato come una cosa molto più cubana. Modellato dal clima, dalla geografia, dalla storia e dalle persone di Cuba, il rum è una parte essenziale della cultura della nazione, si legge in una descrizione sul sito Web nazionalizzato del rum Havana Club. Secondo una cronologia della storia di produzione di rum a Cuba pubblicato sul loro sito, è stato solo quando il paese ha combattuto per l'indipendenza dalla Spagna nel 19° secolo che il rum è diventato una grande industria sulla piccola isola.

A quel punto, i distillatori di rum cubani adottarono rapidamente i metodi di produzione più moderni e divennero i principali produttori di quello che oggi è noto come rum chiaro, al contrario dei rum scuri che erano comuni in tutti i Caraibi a quel tempo. I produttori di rum a Cuba sono stati fondamentalmente i pionieri dello stile di rum che è prevalentemente associato a Porto Rico oggi.

Alimentato da ricchi americani che si recavano a Cuba durante il proibizionismo negli Stati Uniti, negli anni '30, l'industria era in piena espansione per le famose aziende di rum come Havana Club. Fu fondata dalla famiglia Arechabala, mentre Bacardi fu fondata da Facundo Bacardi il 4 febbraio 1862, a Santiago de Cuba, Cuba.
Ma negli anni '50 le relazioni politiche a Cuba erano tumultuose e nel 1960 Fidel Castro e il suo governo comunista radicale confiscarono tutti i beni della distillatori di rum del paese (così come altre imprese) nel tentativo di abbattere il capitalismo, interrompendo completamente la produzione di rum cubano. I cubani, comprese le famiglie Arechabala e Bacardi, furono esiliati e altri fuggirono volontariamente dal paese per sfuggire al regime di Castro. Molti sbarcarono nelle isole vicine di Porto Rico e nella Repubblica Dominicana.

Il governo cubano ha rilevato l'edificio Bacardi e nazionalizzato il marchio Havana Club. Ancora oggi Cuba produce un rum con il nome Havana Club. Tuttavia, i creatori sia dell'originale Havana Club che di Bacardi trasferirono le loro operazioni a Porto Rico sulla scia della Rivoluzione cubana. Anni prima, Bacardi aveva aperto una distilleria a Porto Rico e l'azienda aveva spedito diversi ceppi delle cellule di lievito molto specifiche che usa per produrre il suo rum a quella distilleria, quindi quando il governo cubano ha distrutto ciò che era a Cuba, ogni speranza non è andata perduta .

https://www.instagram.com/p/CP0ywqBIKxB/


Bacardi è stata in grado di continuare a produrre il suo rum caratteristico in varie località del mondo. Nonostante fosse in esilio, le operazioni della famiglia Bacardi erano ora basate a Porto Rico grazie ad alcuni forti incentivi fiscali da parte del governo degli Stati Uniti di cui Porto Rico era a quel punto un Commonwealth di. Nel 1965, l'attività era di nuovo in carreggiata e posizionata per l'espansione mondiale. La sua presenza a Porto Rico aveva portato l'isola a produrre attualmente circa 70 per cento del rum venduto negli Stati Uniti.

Havana Club non ha però avuto la stessa fortuna. Le attività di rum della famiglia Arechabala sono state chiuse per decenni, nonostante l'uso continuato del nome Havana Club in associazione con il rum cubano. Tuttavia, nel 1994 Bacardi ha acquistato la lunga tenuta Ricetta della famiglia Arechabala e iniziò anche a produrre un rum portoricano con il nome Havana Club. Quindi ora, entrambi i rum iconici sono prodotti a Porto Rico e considerati rum portoricani sebbene siano realizzati utilizzando ricette stabilite dai cubani a Cuba oltre 150 anni fa e vantano la loro eredità cubana su ogni singola bottiglia.

https://www.instagram.com/p/CPbOWEir23H/

Nonostante la storia un po' sordida del rum, oggi è una bevanda che unisce i Caraibi latinoamericani allo stesso modo in cui lo fanno Porto Rico, Cuba e le comuni origini europee, africane e indigene della Repubblica Dominicana. E come fanno i nostri cibi e la nostra musica tradizionali, e sarà senza dubbio un legame eterno tra i tre paesi che hanno culture così simili nonostante le loro storie molto diverse. Attualmente ci sono circa una dozzina di distillerie di rum a Cuba, tre grandi distillerie di rum ciascuna a Porto Rico e nella Repubblica Dominicana insieme a diverse distillerie più piccole in ciascuno di quei paesi.

L'ingegno e la creatività del popolo cubano nel creare uno degli spiriti più popolari al mondo e nel proteggere i metodi tradizionali utilizzati per produrlo nonostante le avversità di uno dei regimi di governo dittatoriali più noti della storia, è sicuramente qualcosa da ammira e di cui essere orgoglioso.