Trump voleva trasferire gli immigrati detenuti nelle città santuario

Donald Trump non lo fa

Foto: Unsplash/@HistoryHD


Con il dimissioni del Segretario del Dipartimento per la sicurezza interna (DHS), Kirstjen Nielsen, sono cresciute le speculazioni sul motivo per cui avrebbe lasciato il suo incarico ora dopo tutto quello che è successo. L'eredità di Nielsen continuerà come un funzionario che non solo ha assecondato la politica di tolleranza zero del presidente Donald Trump, ma l'ha anche sostenuta sotto giuramento. Anche se la separazione delle famiglie non l'ha spinta a dimettersi prima, potremmo avere un'indicazione sul motivo per cui lo ha fatto ora.

Il Washington Post riporta che l'amministrazione Trump voleva trasferire i richiedenti asilo e gli immigrati detenuti attualmente nei centri di detenzione al confine meridionale in città santuari in tutto il paese. Il piano, secondo quanto riferito, eseguito dal consigliere senior di Trump Stephen Miller, è stato bocciato dal DHS perché sarebbe stato illegale.

Secondo il New York Times , May Davis, il vice coordinatore politico della Casa Bianca, ha scritto un'e-mail il 16 novembre in cui diceva: Uno o due dirigenti hanno avanzato l'idea che, se non siamo in grado di costruire alloggi temporanei sufficienti, i membri delle carovane vengano portati in autobus in piccoli - e città santuario di medie dimensioni, e ha aggiunto: Non c'è una decisione della Casa Bianca su questo.

La CNN ha confermato che questa era, in effetti, una proposta dell'amministrazione Trump.

Questi sono esseri umani, non pezzi di gioco, ha detto il funzionario del DHS CNN , mentre un portavoce del DHS ha risposto: Questo è stato un suggerimento che è stato lanciato e respinto, il che ha posto fine a qualsiasi ulteriore discussione. Funzionari democratici affermano che questo piano illegale è stato il modo di rappresaglia di Trump contro il loro partito insieme ai funzionari statali locali che sovrintendono a città santuario come Los Angeles, Seattle, San Francisco e New York. In risposta a questo piano suggerito dall'amministrazione Trump, il candidato alla presidenza Julian Castro ha affermato che questo piano, sebbene scioccante, non è sorprendente. La crudeltà di questa amministrazione sembra non finire mai, Egli ha detto . La portata del cinismo e della crudeltà di questa amministrazione non può essere sopravvalutata, ha detto Ashley Etienne, portavoce della presidente della Camera Nancy Pelosi (D-Calif.) Il Washington Post . Usare gli esseri umani, compresi i bambini piccoli, come pedine nel loro gioco distorto per perpetuare la paura e demonizzare gli immigrati è spregevole. Come abbiamo visto più e più volte, il metodo dell'amministrazione Trump per eseguire qualsiasi tipo di piano - quando si tratta di immigrazione - è agire di conseguenza, solo per essere fermato dai tribunali federali. In questo caso, con il piano per ricollocare gli immigrati detenuti nelle città dei santuari, stiamo assistendo al rifiuto di un loro piano prima che venga attuato.