Un'opera d'arte straziante commemora l'anniversario della separazione della famiglia

adolescente americana detenuta da ICE hiplatina

Foto: Unsplash/@lensinkmitchel


Un anno fa, l'amministrazione Trump ha implementato la separazione familiare al confine. Mentre un giudice federale ha fermato la politica spaventosa, le ramificazioni continuano ancora oggi. Migliaia sono stati separati - e il il numero esatto è sconosciuto considerando che il governo non ha tracciato correttamente ogni caso. Sebbene il giudice abbia ordinato al governo di riunire ogni bambino con il suo tutore, ciò non è stato possibile con tutti loro a causa della loro orrenda cattiva gestione. Così tanti rimangono separati e i funzionari continuano a separarli al confine.

Per commemorare la politica e sensibilizzare sui diritti civili dei privi di documenti, l'attivista e autrice Paola Mendoza ha creato un'installazione artistica fuori Capitol Hill. L'opera è composta da due statue, una madre e un bambino. La donna sta cercando suo figlio e anche il bambino sta cercando la madre, ma sono dietro una gabbia.

Mendoza, che è anche una delle organizzatrici della Marcia delle donne, le ha detto installazione è stato ispirato dal proverbio che hanno cercato di seppellirci, ma non sapevano che eravamo semi.

Visualizza questo post su Instagram

La separazione familiare è una delle cose più dolorose su cui abbia mai lavorato. Migliaia di famiglie sono state strappate l'una all'altra perché Trump pensava che questa politica crudele avrebbe impedito ai rifugiati di venire negli Stati Uniti. Le famiglie scappano per salvarsi la vita e noi le mettiamo in gabbia. Oggi ricorre un anno dall'annuncio della tolleranza zero e le famiglie sono ancora separate. Chiedi ai tuoi rappresentanti di votare SÌ sul Dignity for Detained Immigrants Act, che assicurerebbe che i detenuti siano trattati con rispetto. 202-224-3121 #UntilEveryFamilyIsReunited @cherissmay

Un post condiviso da Paola Mendoza (@paolamendoza) il 7 maggio 2019 alle 7:49 PDT

Da mamma, da immigrata , come attivista come cittadino di questo paese e del mondo, penso che sia assolutamente ripugnante che il nostro governo, la nostra amministrazione, strappi letteralmente migliaia di bambini dai loro genitori, ha detto Mendoza in un'intervista a Settimana delle notizie . Dobbiamo continuare a ricordare alle persone dove siamo e cosa ha fatto l'amministrazione Trump e che non possiamo essere complici in questo momento.

Le persone sui social media usano l'hashtag # Finché ogni famiglia non si riunisce portare consapevolezza alla continua lotta contro le politiche anti-immigrazione di Trump.


Il candidato alla presidenza Joaquin Castro ha twittato: Ho visto la crudeltà dei centri di detenzione per migranti con i miei occhi. È per questo che ho introdotto il #FamiliesBelongTogether Act. Oggi ricorre 1 anno dell'agenda #FamilySeparation. Non smetterò di lottare per riunire ogni famiglia dilaniata dall'amministratore Trump. #FinchéOgniFamigliaÈRiunita.