By Erin Holloway

La nuova petizione vuole che finalmente accada un'emoji per capelli afro

Afro-Emoji-Rhianna-Jones

Foto: Instagram/xx_rhiannajones (design di Kerrilyn Gibson. Per gentile concessione di Rhianna Jones)


Le emoji hanno trasformato il modo in cui molti di noi comunicano in questi giorni. Anche se la caratteristica faccina sorridente ha sempre un uso, ora siamo in grado di esprimerci selezionando uno - o più - di quasi 3.000 emoji. Anche se dalla superficie può sembrare che la selezione di emoji includa tutte le espressioni, gli oggetti, l'età, il tono della pelle e le trame dei capelli, in realtà non è così.

Rhianna Jones si stancava di digitare l'asterisco, inserire emoji afro qui nei testi, ha spiegato CBS New York , e ha avviato una petizione su Change.org ha chiamato Let's Make the Afro Hair Emoji Happen #AfroHairMatters. Nella descrizione della petizione, la stilista e scrittrice con sede a Brooklyn specifica che presenterà una proposta all'Unicode Consortium, che è l'organo di governo che decide quali emoji vengono aggiunti, alla fine di marzo. Ogni anno vengono aggiunti circa 60 emoji, secondo Unicode .

Visualizza questo post su Instagram

CIAO AFROMOJI FAM!! Vuoi che queste megababe dai capelli stravaganti si mettano in discoteca nei tuoi DM?!! Sto presentando una proposta ufficiale per un #Afromoji perché #AfroHairMatters e anche noi meritiamo visibilità digitale! Firma la mia petizione @changedotorg – link in bio – condividi questo post/storie e perché #afrohairmatters Disegnato dalla collega afro flygirl @kerrilynnoelle

Un post condiviso da Rianna Jones (@xx_rhiannajones) il 18 marzo 2019 alle 15:00 PDT

Dopo aver appreso di a campagna di successo alimentata da Tinder per ottenere l'aggiunta di un'emoji di coppia interrazziale , Jones ha avviato la sua petizione.

Essendo una donna con i capelli afro, io e molti altri utenti afro non abbiamo emoji che riflettano i nostri capelli o le nostre identità culturali. Ho passato metà della mia vita a lisciarmi i capelli perché quella era l'unica visione di bellezza che ho visto crescendo, dice Jones a HipLatina. La mentalità 'i capelli lisci sono buoni capelli' è imitata nelle nostre conversazioni digitali e nelle nostre tastiere. Le emoji sono un linguaggio universale di espressione personale, ma non sono rappresentative della diversità dei suoi utenti.


Potrebbero essere solo emoji per alcuni, ma come nota la creatività di 28 anni, va molto più in profondità delle icone digitali. La mancanza di diversità dei capelli ricorda l'universale preferenza dei capelli incorporata nei nostri messaggi quotidiani . Quel messaggio esatto è ciò che ha alimentato il movimento naturale dei capelli sia negli Stati Uniti che all'estero.

Sta iniziando con gli emoji, tuttavia, Jones intende avviare una conversazione più ampia sull'inclusività dei capelli.

Le acconciature naturali e afro sono state trascurate per molto tempo dalle norme di bellezza della società, ed è solo di recente che stiamo vedendo maggiore visibilità nei media, afferma Jones. Viviamo in un mondo digitale e le persone dovrebbero essere in grado di vedersi riflesse in quegli spazi. Lo stesso vale per i media e la pubblicità. Abbiamo grandi capelli, personalità, storie e voci. L'aggiunta di Afro Hair Emoji - Afromoji - diversificherà le conversazioni che stiamo avendo e ci consentirà di celebrare la nostra cultura dentro e fuori dallo schermo.

Ha collaborato con l'amica e graphic designer Kerrilyn Gibson per creare il design Afromoji. Dopo aver trascorso un'intera giornata insieme, Gibson ha dato alla luce una donna e un uomo Afromoji in una varietà di tonalità della pelle e colori di capelli. La coppia ha deciso di chiamare la donna Frolange.

Spero di impartire un piccolo cambiamento che potrebbe avere un grande impatto, ha condiviso Gibson un post su Instagram . Ha anche notato che questa non è stata la prima petizione del suo genere, ma spera che sarà l'ultima.

Visualizza questo post su Instagram

Ho passato anni della mia vita a combattere contro la struttura naturale dei miei capelli, rilassandomi e raddrizzando le mie ciocche entro un centimetro dalla loro vita. Il mio primo anno di college, ho accettato pienamente la mia struttura naturale dei capelli, cosa che sento di essere stata in grado di fare con sicurezza (quasi esclusivamente) grazie al movimento naturale dei capelli. Per la prima volta in assoluto, ho visto più di una manciata di donne con i capelli che crescevano dal cuoio capelluto allo stesso modo dei miei; Potevo guardarmi intorno e vedere le persone del periodo attuale possedere le loro trecce che sfidano la gravità invece di dover setacciare le foto di famiglia degli anni '70 per dare un'occhiata a quale potrebbe essere la mia consistenza. Dico tutto questo per ribadire il fatto che la rappresentazione, sia essa grande o piccola, è importante... e spero di impartire un piccolo cambiamento che potrebbe avere un grande impatto. Questo è il motivo per cui io e il mio adorabile, tosto amico che indossa @xx_rhiannajones abbiamo messo insieme una petizione per aggiungere l'emoji afro all'aggiornamento della tastiera emoji del 2020 di Unicode. Non è la prima volta che circola una petizione come questa, ma SICURAMENTE sarà l'ultima!! Quindi se anche tu, come noi, credi che #afrohairmatters, per favore vai al link nella mia biografia e firma la nostra petizione! Perché lbh, questo ‍ aglio caldo ‍ nodo ‍ pasticcio ‍ non lo sta tagliando, sorellina! • • • • • • • #vsco #darlingdaily #afro #afroemoji #frolange #darligeveryday #coily #4chair #naturalhair #texture #emoji

Un post condiviso da Kerrilyn Gibson (@kerrilynnoelle) il 14 marzo 2019 alle 7:10 PDT

Dovremo aspettare e vedere se Afromoji fa la selezione 2020. Indipendentemente dal fatto che tu agiti a favore o meno, puoi firmare la petizione qui .