By Erin Holloway

Vivere con un disturbo borderline di personalità e come il tropo della 'pazza latina' mi ha danneggiato

Vivere con un disturbo borderline di personalità e come il tropo della

Foto: Unsplash/@quinterocamilaa


Avevo dieci anni. Non riuscivo a dormire. Il mio molestatore sessuale dormiva nella stanza adiacente alla mia. Ha preso a calci violentemente e ha tirato pugni nel sonno. Mi sono seduto in cima alle scale e mi sono detto: non mi interessa se muore. Piangerò solo perché mamma sarà triste che suo padre sia morto. I semi di odio del suo abuso avevano già germogliato risentimento e rabbia dentro il mio piccolo corpo.

Il giorno dopo ho ripreso il ruolo di custode. Alcuni mesi prima era caduto da una rampa di scale mentre lo seguivo. L'ho visto giacere immobile nel suo stesso sangue. Di conseguenza, ha richiesto assistenza per tutto il giorno mentre si riprendeva. Questa è stata una delle tante volte in cui ho fatto l'infermiera per qualcuno che mi aveva abusato. Come latina, mi è stato insegnato a svolgere lavori per la mia famiglia prima ancora che fossi legalmente maggiorenne per svolgere un lavoro.Di conseguenza, ho interiorizzato un'immagine di me tossica dipendente da quanto fossi utile per gli altri. Nelle rare occasioni in cui ho espresso il mio stress o la mia stanchezza, la mia sincerità è stata messa in dubbio: come puoi essere stressato? Non paghi nessuna bolletta da queste parti.

Crescere in un ambiente emotivamente invalidante pone le basi per lo sviluppo del disturbo borderline di personalità (BPD): una condizione caratterizzata da comportamenti, stati d'animo e relazioni instabili. Sfogliando mentalmente un rolodex di ricordi d'infanzia, noto molti casi in cui sono stato chiamato un cola , pazzo, e una cagna dai membri della famiglia. A scuola, alcuni insegnanti e compagni di classe mi hanno accusato di essere aggressivo o di avere un atteggiamento nonostante la mia palese timidezza. Purtroppo, ricordo pochissimi casi in cui mi è stato chiesto dei miei sentimenti.


Dopo aver ricevuto la mia diagnosi di BPD da adulto, ho sentito che tutte le critiche della mia infanzia erano vere. Ho pensato al personaggio borderline di Angelina Jolie Ragazza interrotta e non riusciva a identificarsi con i suoi comportamenti. Alla fine, ho imparato che coloro che vivono con BPD esistono su uno spettro. Sebbene non fossi come il personaggio di Jolie, la mia interruzione dell'identità, il pensiero in bianco e nero, la mia risposta di lotta o lotta più dura e i miei comportamenti autodistruttivi erano sintomi innegabili della convivenza con BPD.

Come latina, la mia identità è costantemente bombardata da messaggi esterni; Hollywood ci etichetta come petardi, i partner romantici sono curiosi di sapere se la pazza ragazza latina è accurata e la società si aspetta che tutte le latine siano esuberanti. Che tu sia eccitato da noi o ci temi, non ci senti o non ci vedi. La nostra salute mentale non è né un feticcio né uno scherzo. Personalmente, questi messaggi esterni non fanno che esacerbare l'interruzione dell'identità che sperimento come parte del mio BPD.

Troppo spesso, la società respinge i sentimenti delle pazze latine come reazioni esagerate e ostilità. In realtà, le latine stanno affrontando tassi elevati di violenza domestica, traumi irrisolti e malattie croniche. Ad esempio, gli studi lo dimostrano 75% di quelli con diagnosi di BPD sono donne e quelli che hanno subito traumi infantili lo sono 13 volte più probabilità di essere diagnosticato. Di conseguenza, le latine sono i principali candidati per il BPD perché abbiamo un livello epidemico tasso di suicidi e quattro su cinque I giovani latini hanno subito almeno un trauma infantile.

Le latine continuano ad affrontare molte barriere al trattamento della salute mentale. Ad esempio, le norme culturali scoraggiano Latinx dal cercare un trattamento di salute mentale. Complessivamente, meno di uno su 11 Latinx che vive con un disturbo mentale contatterà uno specialista in salute mentale. Di coloro che cercano consulenza, la maggior parte si occuperà di servizi di parte per motivi razziali 84% dei professionisti della salute mentale sono bianchi. Spesso, gli stereotipi sociali dipingono la salute mentale di Latina come un difetto culturale invece che un vero problema di salute. Nell'America di oggi, è più probabile che una latina che ha subito abusi sessuali si sieda dietro le sbarre che davanti a un terapeuta. Purtroppo, 80 per cento delle ragazze incarcerate nel sistema giovanile sono sopravvissute ad abusi sessuali e la maggior parte sono ragazze di colore.


Il pazzo tropo latino che è reso popolare dai media e accettato dalla società è una cancellazione della salute mentale di Latina. La verità è che le latine stanno attraversando una crisi di salute mentale. Questo stereotipo, così come i tabù culturali contro il trattamento della salute mentale, hanno danneggiato personalmente il mio sviluppo emotivo e l'accesso a una terapia appropriata per il BPD. So di non essere l'unico. È necessario che una società più ampia riconosca questo stereotipo come una forza razzista e sessista contro le latine. Invece di diffamare le latine, i programmi dei media e i membri della comunità dovrebbero concentrarsi sul porre fine al divario nell'accesso all'assistenza sanitaria mentale per le latine. Come minimo, possono iniziare convalidando le esperienze e i sentimenti molto reali delle latine.

Articoli Interessanti