By Erin Holloway

Youtube #CreatorsForChange porta consapevolezza sulla crisi dei rifugiati in Colombia

Foto: Per gentile concessione di Rosianna Rojas


La conversazione nazionale sui rifugiati tende a farlo lasciare Centrale e il Sud America fuori dall'equazione. È solo un dato di fatto. Ci sono milioni di persone che si spostano all'interno e tra paesi in fuga, povertà, guerre civili, narcotraffico, femminicidi, abusi domestici, abusi ecologici, guerriglia e violenza diffusa. Per i milioni di latinoamericani che vivono negli Stati Uniti, questi eventi hanno un peso diverso perché stanno accadendo in paesi familiari, paesi in cui abbiamo radici e sangue. Uno dei paesi sudamericani più colpiti è anche il più noto per la sua violenza. Mostra come narcos e innumerevoli telenovelas hanno immortalato l'eredità delle gesta e delle trasgressioni di Pablo Escobar contro gli Stati Uniti e il governo colombiano, non che chiunque abbia vissuto quel periodo possa dimenticare la presa sensazionale che la Guerra alla droga colombiana ha avuto sulle notizie americane. Da allora, poco è stato riferito sugli sfollamenti interni e sulle violazioni dei diritti umani che si verificano ancora in Colombia. Ci sono state molte false ipotesi al riguardo, la più diffusa è che il paese sia stato sistemato dopo che il governo colombiano ha raggiunto una tregua con le Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia o FARC, il gruppo di milizia che combattono da più di 50 anni .

Lo spostamento interno è definito come :persone che sono state costrette o hanno dovuto abbandonare le loro case ma all'interno dei confini del loro paese. Sono spesso indicati come rifugiati sebbene non rientrino nelle definizioni legali del termine. A differenza della fissazione internazionale sui narcos colombiani, lo sfollamento interno causato dall'assenza delle FARC deve ancora fare notizia. Circa 7,6 milioni di persone, in gran parte dentro indigeno e le regioni afro colombiane – sono state causate da sfollamenti interni in Colombia. E le località sono così remote che la maggior parte dei colombiani metropolitani non ha nemmeno idea che stia succedendo.

Lo scorso aprile, Youtube ha annunciato le 27 persone da tutto il mondo selezionate per la #CreatorsForChange Fellowship, che fornirà tutoraggio, attrezzature e borse di produzione per aiutarli a portare avanti le rispettive missioni. La nativa londinese, Rosianna Rojas, è stata tra quelle scelte. Un britannico messicano, Rojas voleva esplorare ulteriormente la crisi dei rifugiati messicani. Penso che quando sono cresciuto ho assistito all'esperienza di mia madre nel Regno Unito, si è trasferita perché voleva sposare mio padre e per opportunità, ho visto sempre di più quanto è difficile e quanto fa male esserlo lontano dalla tua famiglia, dalla tua comunità e da tutto ciò che sai. Ma lei non contava sull'entità del vero pericoli reali presentato dai narcos.


Il Messico è secondo solo alla Siria nell'elenco dei paesi più pericolosi per fare il giornalista. In Solo nel 2017, dodici giornalisti messicani sono stati uccisi come rappresaglia per il loro lavoro. Sfortunatamente, a causa della natura della crisi [messicana] c'è una probabilità molto più alta di eventuali attacchi. È diventato un enorme ostacolo. Stavamo parlando di altre opzioni e la Colombia è nata grazie all'accordo di pace tra le FARC e il governo colombiano. Quindi era una specie di palo della tenda. Non ho nemmeno pensato allo sfollamento in corso a causa del conflitto armato in Colombia, ha detto Rojas a HipLatina. La Colombia sembrava un buon punto di partenza, ma ha dimostrato di avere le sue sfide, principalmente l'enorme portata delle persone colpite e le fitte giungle che le separano dal resto del mondo.

Con il suo piccolo equipaggio Rojas si è recata a Riosucio, in Colombia, una piccola remota cittadina nel comune di Chocó, nel Paese. La regione è così remota che Rojas e il suo equipaggio hanno dovuto prendere quattro aerei, diversi taxi e un giro in barca di quattro ore per arrivarci. Una volta a Riosucio, Rojas ha incontrato l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati per vedere e ascoltare esperienze di prima mano di com'è stato da quando è stato firmato l'accordo di pace tra le FARC-EP e il governo colombiano. I video del suo progetto sono stati realizzati e montati dagli studenti della Scuola Interetnica composta da giovani afrocolombiani e indigeni sfollati.

Foto: Per gentile concessione di Rosianna Rojas

Nel corso di cinque decenni più di 250.000 persone sono state uccise e 46.000 persone sono scomparse, dice Rosianna Rojas alla telecamera. Innanzitutto il conflitto non è tra gruppi di guerriglia, come avevo ipotizzato, ma tra gruppi di guerriglia e gruppi paramilitari, questi ultimi ufficialmente noti ora come gruppi post smobilitati. I gruppi si battono per il controllo del territorio. L'accordo di pace colombiano del 2016 tra le FARC-EP e il governo non includeva gruppi di guerriglia o paramilitari. I gruppi paramilitari sono stati formati in risposta ai gruppi di guerriglia, in generale è quando uomini d'affari e proprietari terrieri hanno assunto i propri militari, dice. Ora, la lotta per la proprietà della terra ha bloccato i residenti in un nuovo ciclo di orrore mentre migliaia di persone fuggono da mine antiuomo, reclutamento forzato, attacchi alle scuole e omicidi di massa. Tra gennaio e novembre 2017, 13.384 persone sono state sfollate a causa del fuoco incrociato. Le speranze di Rojas di sensibilizzare sugli effetti dannosi che questi nuovi conflitti stanno avendo sulla vita delle popolazioni più vulnerabili.

Voglio cambiare la percezione dei rifugiati nella nostra cultura. Abbiamo tutti questi presupposti, ma le persone non capiscono che vuoi ancora casa, vuoi sempre tornare a casa, semplicemente non puoi arrivarci o mettere a rischio la tua famiglia.

Assicurati di iscriverti Il canale Youtube di Rosianna. hEcco alcuni modi in cui puoi aiutare:

  1. Dona a UNHCR, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati
  2. Firma la petizione per dire al mondo che sei in piedi #conRifugiati
  3. Leggi su I progetti dell'UNHCR

Questo progetto è stato reso possibile dal programma YouTube Creators for Change. Per maggiori info vai a: YouTube.com/CreatorsForChange