Zoe Saldana su come essere afro-latina le ha impedito di ottenere ruoli da protagonista

Foto: Wikimedia/Gage Skidmore da Peoria, AZ, Stati Uniti d'America


Zoe Saldana si è aperto molto in questi giorni su alcune delle BS che ha vissuto nell'industria cinematografica. All'inizio di questo mese, si è resa conto del sessismo che ha subito girando il suo primo film importante nei panni della pirata Anamaria Pirati dei Caraibi: La maledizione della perla nera e ora sta facendo sapere al mondo come la razza ha avuto un ruolo nei ruoli cinematografici per i quali ha potuto fare un provino. La discriminazione non era uno scherzo.

In una recente intervista a Trasportare , Zoe parla di come essere un'afro-latina le abbia impedito di ottenere ruoli da protagonista. Ogni volta che leggo un copione , anche se era un pezzo d'epoca, l'ho letto pensando che avrei cercato il ruolo principale, ha detto. È stato solo quando mi sono imbattuto nell'introduzione di un ruolo etnico di supporto che ho capito: 'Oh'. Non mi era nemmeno permesso provare a ottenere quel ruolo principale, perché loro vogliono diventare tradizionali nella parte'. riattaccavano a quella conversazione con i miei agenti, pensando: 'Cosa mi dici di non tradizionale?' Era una pillola molto difficile da ingoiare.

Visualizza questo post su Instagram

Rivista Portiere. @porttermagazine Fotografo: @wardivarafik Capelli: @jsthestudio Trucco: @makeupbyvera7 Stilista: @c_n_h #porteredit

Un post condiviso da Zoe Saldana (@zoesaldana) il 9 aprile 2018 alle 7:23 PDT

È particolarmente sconvolgente perché Zoe è americana al 100%. Il 39enne è nato e cresciuto nel New Jersey. Non diventa davvero più americano di così. Sua madre è portoricana e suo padre era dominicano e da piccola ha vissuto al quarto posto tra gli Stati Uniti e la Repubblica Dominicana. Non considerare Zoe americana o tradizionale non è solo offensivo ma altamente impreciso. Quello che Hollywood le stava essenzialmente dicendo non era che non fosse abbastanza americana, ma che non era abbastanza bianca per ottenere ruoli da protagonista nei loro film. Cerchiamo di essere reali qui.


Nel mio paese, dove ho giurato fedeltà ogni giorno da quando avevo cinque anni , sentirsi dire quando sono là fuori a cercare di inseguire il mio sogno americano che non ero un americano tradizionale è stato molto doloroso, ha detto Zoe. Non accetterò mai di non essere un tradizionale nulla. Vengo da dove vengo, non posso cambiarlo, e tu vieni da dove vieni. Ma se mi dici che da dove vieni è l'unico posto giusto, e quindi non mi adatto a quello stampo tradizionale, stabiliamo semplicemente, molto chiaramente, che sei tu quello che ha torto. Perché tutto di me e da dove vengo è altrettanto giusto.

Visualizza questo post su Instagram

Intervista a @porttermagazine Scorri per saperne di più!

Un post condiviso da Zoe Saldana (@zoesaldana) il 9 aprile 2018 alle 11:10 PDT

In effetti, è stata l'esperienza di Zoe con la discriminazione a ispirare lei e il marito artista italiano Marco Perego , per lanciare una società di media BACIO , nel tentativo di cambiare le percezioni nel mondo in cui crescono i loro [tre] figli.

Voglio che la narrativa americana continui, voglio solo che i personaggi cambino, ha detto. Zoe aggiunge anche come si sente essere una latina nera è parte del motivo per cui non ha ottenuto più copertine di riviste.

Visualizza questo post su Instagram

Foto di @wardivarafik

Un post condiviso da Zoe Saldana (@zoesaldana) il 9 aprile 2018 alle 13:35 PDT

Era qualcosa di cui ero profondamente consapevole , lei disse. Ed era sempre, tipo, perché? Quando faccio tutto ciò che ritengono giusto, perché non sono su queste copertine. Continua spiegando come fa a capire che le riviste sono un business, ma come si sente che gran parte di esso è legato al genere e alla razza. Quando le femmine vengono allevate in una scatola tradizionale femminile , graviteranno solo verso alcune cose tradizionali femminili ed escluderanno le cose che sembrano maschili. Sento che il genere d'azione, per molti di questi montatori, sembra piuttosto maschile, e lo dirò solo a loro vantaggio, perché ho anche visto molte donne che sono nei film d'azione essere sulle copertine delle loro riviste... Penso che abbia molto a che fare con la razza.


La buona notizia è afro-latine stanno ottenendo molto più amore nel mondo mainstream grazie ad attrici come Zoe Saldana, Dasha Polanco , Rosario Dawson e cantante amara il nero , che ha usato la sua piattaforma per parlare del problema del colorismo che esiste all'interno della comunità Latinx. Ma l'intervista di Zoe dimostra che la lotta è tutt'altro che finita e questa battaglia non ha un impatto solo sugli afro-latini, ma sui latinoamericani in generale, così come su altre persone di colore. Continuiamo a spingere ulteriormente questo dialogo negli sforzi per vedere finalmente alcuni cambiamenti sostanziali, non solo nel settore ma in tutto.